Utente 282XXX
Buonasera, il mio non è un consulto ma una curiosità, il rapporto fra attività fisica e la capacità di adattamento del cuore, praticamente si dice che tutti coloro che fanno attività fisica, specialmente la corsa, sono soggetti a bradicardia(in condizioni di riposo quantomeno), ma quanto può essere vero questa cosa? cioè non può essere anche un fatto costituzionale? Ma soprattutto bisogna saperla fare l'attività fisica per adattare la capacità di contrazione cardiaca? Comunque noto che ci sono persone che esagerano a fare attività fisica, che sono semplici amatori ma vogliono fare i professionisti, il Dottor Cecchini se non sbaglio addirittura è contrario alla corsa?

Grazie per una risposta e scusate il disturbo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Concordo con lei per molte delle cose che dice...tenga presente però che fare attività fisica in maniera moderata serve molto per evitare che fattori di rischio cardiovascolari abbiano il sopravvento.
Saluti cordiali