Utente 305XXX
Buongiorno, aseguito di dolori (algia severa) nella parte bassa del polmone sx con interessamento della parte anteriore è stata richiesta tac dal mio medico curante a seguito di radiografia toracica che ad aprile riferiva così:Radiografia del torace
Referto: Non addensamenti parenchimali a focolaio in atto,ombra cardio-madiastinica nei limiti della norma, non versamenti pleurici.Ha può versamenti pleurici alla base sinistra
10/05/2013
Esami tac +1 metamero spazio,tac rachide lombosacrale
Referto: Previo radiogramma è stato esaminato il distretto di rachide d10-l2 con tecnica volumetrica a spirale;la porzione posteriore del soma di d11 presenta schisi sagittale(vertebra a farfalla) in corrispondenza della quale si osserva incastro di vertebre adiacenti.Diffuse manifestazioni spondilosiche osteofita rie soprattutto da d11 a l1 dove a sede antero laterale destra sono presenti grossolani becchi osteofitosici a ponte; d10-d11 focale protusione mediana-paramediana destra in corrispondenza della schisi posteriore di d11che impronta la parete anteriore del sacco durale.riduzione dimensionale del forame di coniugazione di sinistra. D11-d12 il disco protrude in sede mediana paramediana destra dove impronta la parete anteriore del sacco durale.d12-l1 il disco non protrude in modo significativo,piccola isola di compatta nella porzione supero-laterale destra del soma di l1.l1-l2 il disco protrude modestamente a sede extraforaminale/paravertebrale sinistra associandosi ad osteofiti.
10/05/2013
Tac addome completo per algia severa
Esame conseguito con tecnica volumetrica in condizioni basali;il fegato mostra normali dimensioni e densità ed è esente, limitatamente alle scansioni basali, da lesioni parenchimali focali; non grossolane tumefazioni in sede pancreatica ne splenica; surreni nei limiti;reni bilateralmente in sede, di normali dimensioni con spessore parenchimale conservato.millimetrico calcolo caliciale al terzo superiore del rene destro, non idronefrosi ne calcoli ureterali.Aorta di calibro nei limiti.Non adenopatie retro peritoneali; non versamento nello scavo pelvico.Vescica distesa;Marcato ingombro fecale colic( a giudizio clinico eventuale completamento con colonscopia).la scansioni passanti per le basi polmonari hanno evidenziato nodulo basale destro di 6/7mm, non ulteriormente tipizzabile, di verosimile significato aspecifico.utile monitoraggio.
Secondo il mio medico curante potrebbe essere un tumore al polmone e per questo motivo ha richiesto tac toracica con e senza contrasto di cui sto attendendo gli esiti.Il medico mi ha detto di non preoccuparmie che non servira intervento chirurgico, ma sono sulle spine, sento un dolore continuo nella parte bassa sx del polmone a cavallo con la zona renale.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
SONDALO (SO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Non possiamo dire molto se non aspettiamo l'esito della TC torace
[#2] dopo  
Dr. Paolo Macri'
28% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
A leggere bene il referto riportato della radiografia del torace parrebbe vi sia versamento pleurico a sinistra e alla TC addome la presenza di una formazione micronodulare del polmone destro --> il tutto è meritevole di approfondimento con TC torace con mezzo di contrasto per la verifica dell'enhancement sul nodulino (che potrebbe anche non essere visibile, ma se lo fosse sarebbe indicativa di patologia) e di eventuali nodularità pleuriche a sinistra che sostengano il formarsi del versamento. Se conferma del quadro, il suggerimento è rivolgersi presso centro pneumologico/chirurgico toracico per approfondimenti mirati.
cordiali saluti
PM
[#3] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per le gentili risposte, allego raferto tac con contrasto:
21052013
Tac torace smc-cmc
Non si apprezzano evidenti alterazioni tomodensitometriche parenchimali polmonari focali bilaterali ad eccezione di già noto nodulo basale destro, di 6\7 millimetri , non ulteriormente tipizzabile per le ridotte dimensioni: si consiglia controllo seriato nel tempo.
Limitato ispessimento pleurico basale a sinistra. Qualche para centimetrico linfonodo in sede mediastinica.Nei limiti aorta toracica che presenta alcune alterazioni ateromasiche calcifiche di parete. Non versamento pleuro-pericardico.
Nei piani passanti per l'addome superiore si apprezzano almeno 2 formazioni nodulari iperdense in fase arteriosa precoce a livello della lobo sinistro epatico, uno di 25mm e l'altro di circa 10 mm compatibili in prima ipotesi con angioma.

Il mio medico ha suggerito ,vista la non presenza di cose ben più gravi, di curare la pleurite ancora in corso con antibiotici , e di tenere monitorato nel tempo il nodulo.
In seguito ad una visita con cardiologo nei giorni successivi mi ha suggerito (dopo aver visionato i referti delle tac precedenti , e visualizzato le immagini) di seguire una terapia per la postura, in quanto secondo lui il dolore può essere causato dallo schiacciamento evidenziato dalla tac del 10/05/13, al momento la terapia antibiotica sta dando buoni frutti in quanto riesco a dormire e il dolore si è minimizzato.Grazie per le risposte.
[#4] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno e grazie ancora per le risposte, ho lasciato trascorrere qualche tempo per verificare la bontà della cura proposta dal mio medico, ma dopo un affievolimento generale del dolore , ora è ricomparso forte come prima con in aggiunta una certa difficoltà a minzionare (talvolta con dolore), quali altri esami potrei eseguire per trovare la fonte del dolore? Non esiste la possibilità di un ricovero,o magari un day hospital (anche a pagamento), per essere monitorato integralmente e togliere queste fitte,senso di pizzicamento ?
grazie ,
[#5] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
In data 26 07 2013
Tac addome completo con contrasto iodato.
L'esame odierno evidenzia manicotto ipodenso in corrispondenza dell'arteria mesenteroca superiore, indissociabile da alterazione verosimilmente eteroformativa di circa 30mm del processo uncinato pancreatico, sul versante anteriore; il manicotto sovradescritto è verosilmente riferibile a diffusione di malattia ed è inoltre a contatto anteriormente con il profilo posteriore della vena mesenterica superiore. In sede epatica si osservano 3 alterazioni ipervascolari della lobo sinistro e quarto segmento, riferibili in proma ipotesi ad angiomi ; alterazione millimetrica verosimilmente cistica del lobo sinistro anteriore.non si osservano significative alterazioni della milza, dei surreni, dei reni e delle vie escretrici urinarie.in ambito pelvico non si osserva versamento, ne significative alterazioni di prostata e vescicole seminali; vesciica ipodistesa. Aorta addominale un poco ateromasica e calcifica, nei limiti per decorso e calibro, così come per i vasi iliaci.Qualche linfonodo centimetrico e verosimilmente reattivo all' ilo epatico; non adenopatie lomboartiche, ne lungo i vasi iliaci.micronodulo di 5mm al lobo inferiore destro, non tilizzabile; non ulteriori lesioni focali, ne versamento pleuro -pericardico.