Utente 141XXX
Gentili dottori,

scrivo per chiedere un consiglio in merito all’intervento di cataratta a cui si e’ recentemente sottoposta mia madre di 75 anni.

Premetto che si trattava del secondo intervento (occhio sx) e che l’intervento di un anno fa all’occhio dx era perfettamente riuscito.

Al controllo effettuato una decina di giorni dopo l’intervento e’ risultato che le e’ stato sostituito un cristallino di gradazione sbagliata. Il medico che ha effettuato l’intervento ha ammesso l’errore e sostiene che sia necessario intervenire nuovamente il prima possibile. Al contrario, l’oculista curante di mia madre non si e’ dichiarata d’accordo e ha consigliato di cambiare occhiali e vedere come va prima di procedere con il nuovo intervento.

Vorrei chiedervi un parere su quale sia la strategia migliore da seguire e a quali rischi va incontro mia madre qualora decida di sottoporsi ad un nuovo intervento.

Vi ringrazio e vi saluto cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,

Non è sbagliato pensare di reintervenire per sostituire il cristallino ma, se l'errore residuo è ben tollerato da Sua madre, magari correggendolo con un semplice paio d'occhiali, si può anche evitare.

Un'ulteriore opzione, almeno teorica, è rappresentata dalla correzione del difetto refrattivo residuo con il laser ad eccimeri.

Buona serata e... in bocca al lupo per Sua madre!
[#2] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Gentile signora,

Non è sbagliato pensare di reintervenire per sostituire il cristallino ma, se l'errore residuo è ben tollerato da Sua madre, magari correggendolo con un semplice paio d'occhiali, si può anche evitare.

Un'ulteriore opzione, almeno teorica, è rappresentata dalla correzione del difetto refrattivo residuo con il laser ad eccimeri.

Buona serata e... in bocca al lupo per Sua madre!