Utente 305XXX
Dal 1996 sono affetta da diabete di tipo 2 scompensato. Mi curo con terapia orale:glucofage 1000 (3x)-glicazide molteni (4x) e ultimamente mi è stato inserito il
Victoza(1,2 mg). Ma il quadro clinico non è variato molto (mattino e sera non ottimale, durante il giorno quasi normali).Prima del Victoza avevo anche usato il Byetta(10 u. 2x al dì)perchè per 3 volte mi è stata prescritta l'nsulina lantus ma,pur iniettandone circa 46 u. al giorno, non si ottenevano migliori risultati anzi, la glicemia e la glicata risultavano essere più alti di prima e aumentavo di peso velocemente (4 kg.in un mese). Solo recentemente ho eseguito l'esame del C-PEPTIDE che risulta essere di 7,06 ng/dl.(valori di colesterolo e trigliceridi nella norma- HDL buono valore basso. Curo anche la pressione con farmaci orali che la mantengono su valori normali)
Mi chiedo: perchè pur avendo una così alta riserva pancretica di insulina sono iperglicemica e non ipoglicemica? Cosa posso fare per portare a valori accettabili la quantità d'insulina secreta? Dato che risulto essere insulino-resistente, se il valore della glicemia dovesse improvvisamente aumentare, come posso fare per non andare in coma diabetico?
Sono molto preoccupata per questa situazione e vi sarei estremamente grata se poteste, cortesemente, darmi qualche indicazione in merito. Grazie.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

la patologia diabetica descritta è fortemente condizionata dall'alimentazione e dal peso corporeo!

Sono stati fatti anche interventi correttivi sul Suo regime dietetico e/o sul peso??!


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la cortese risposta.
Sono a dieta, quasi ferrea, dall'età di 16 anni. Ho raggiunto il più basso peso corporeo (Kg.79) verso i
22 anni e l' ho mantenuto fino a 30 anni. Successivamente ho avuto un aumento di peso graduale fino ad arrivare a 116 kg al momento del parto cesario avuto alla 34ima settimana di gestazione perchè è subentrata la gestosi. Seguo sempre la dieta che mi ha prescritto la dietista del centro diabetologico che mi cura ma con l'eliminazione o il poco consumo di qualche alimento (come l'eliminazione della pasta alla sera ed il poco consumo di pane).Ho una corporatura robusta e proporzionata. Non ho mai subito interventi chirurgici di nessun genere -tranne il parto cesario-
Cerco di camminare quando posso ma non pratico attività sportiva (forse dovrei frequentare una palestra!!). Cordiali saluti e ancora grazie.
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prego!

Forse è arrivato il momento di rivolgersi ad uno Medico specialista del settore dietetico presente nella Sua zona e farsi seguire con un piano alimentare davvero personalizzato.

I semplici consigli alimentari della dietista sembrano ormai essere insufficienti...

In seguito, spetterà al collega consigliarLe una pratica sportiva specifica.


Se vuole mi tenga pure aggiornato.


Cordialmente.