Utente 120XXX
Ho 42 anni, diabetico insulino dipendente(3 punture al giorno di insulina rapida (Novorapid) e una la sera di insulina lenta (Levemir) da circa 1 mese assumo una pasticca al giorno x il controllo dell'ipertensione (Aprovel 300). Da circa un paio di mesi ho notato una drastica riduzione della quantità e durata delle erezioni durante la giornata (neanche + al mattino quando i livelli di testosterone sono più alti. Ho ancora tanta voglia di avere rapporti sessuali con mia moglie, la desidero tantissimo, la cerco altrettanto ma all'atto pratico ho problemi di erezione...non è più come 4-5 mesi fa, è una cosa metà e metà, nè duro nè morbido (scusate se uso magari termini sbagliati o poco medici ma sono quelli che mi escono di getto e i più vicini alla mia situazione. Riprendendo...neanche con opportune stimolazioni che mia moglie non mi fa mancare (nè fisiche nè situazionali come x esempio vestitini sexy, rapporti orali reciproci ecc), riesco ad avere una erezione soddisfacente. Al massimo l'erezione dura qualche minuto poi si va spegnendo fino a che il pene non provoca più piacere alla mia donna (la quale non me lo ffa pesare perchè mi adora, ma mi rendo conto che è insoddisfatta, perchè la avevo abituata abbastanza bene).
Scusate se sono stato prolisso ma spero di aver spiegato esaurientemente la mia situazione.
Aspetto Vostre notizie, cari dottori.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la erezione è la risultante di un equilibrio neuro-vasculo-ormonale e,quindi,un Paziente diabetico va particolarmente tutelato per il futuro ricorrendo,innanzitutto ad una diagnosi andrologica rigorosa,basata su di una visita andrologica,dosaggi ormonali,ecocolordoppler penieno dinamico ed inquadramento prostatico.Ne parli con il medico di famiglia ed identifichi un esperto andrologo cui fare periodicamente riferimento.Le erezioni spontanee mattutine e notturne hanno un valore prosgnostico e diagnostico molto relativo...più importante è l'attenzione ìverso lo stile di vita corretto (alcol,fumo,alimentazione etc.).Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
dottore grazie x la risposta. quindi devo farmi segnare del mio medico una visita andrologica e un ecocolordoppler penieno dinamico ed inquadramento prostatico(questa ultima cosa come si fa?).
Ho smesso di fumare da 5 anni, sono astemio e mangio relativamente in modo corretto.
Aspetto altre info per potermi muovere meglio.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...esegua anche i dosaggi di prolattina,testosterone totale ed LH.L'inquadramento prostatico inizia con una visita.Cordialità.