Utente 745XXX
Gentili Medici,
scrivo per richiedere un consulto relativo a mia madre che ha 74 anni.Circa 3 anni fa le è stato asportato un nevo in prossimita dell'unghia del pollice della mano sinistra. Dall'esame istologico non è emerso nulla di maligno. Da circa 6 mesi il nevo si è ripresentato, stavolta però sotto l'unghia, con struttura lineare, in posizione leggermente spostata verso sinistra e in espansione nella medesima direzione. Dopo aver fatto una epiluminescenza siamo in attesa di effettuare l'asportazione che dovrebbe avvenire a breve. Vorrei chiedere...è possibile che si presenti una recidiva maligna nonostante la precedente situazione si sia risolta positivamente? Sono molto preoccupato. Ho paura che sia un melanoma maligno già in fase avanzata. Nel caso l'aspettativa di vita a quanto ammonta? Grazie per la disponibilità.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente

non pensi assolutamente alle aspettative di vita in quanto con molta probabilità si potrebbe trattare di una recidiva del nervo benigno già asportato :

ad ogni modo attendete i risultati dell'esame istologico e affidatevi a i miei colleghi dermatologi

Carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 745XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille Dottore, è stato molto gentile a rispondere.
Attenderemo l'esito dell'esame con più tranquillità.
Grazie di nuovo e cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 745XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Laino,
riprendo la discussione per dirLe che abbiamo effettuato l'asportazione della lesione subunguele e dall'esame istologico è emerso che si tratta di melanoma maligno in situ. non conosco però i dettagli perchè l'esame istologico non mi è stato consegnato.
vorrei chiederLe se è una diagnosi molto grave e quali sviluppi dobbiamo aspettarci.
grazie della Sua disponibilità.
[#4] dopo  
Utente 745XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Laino,
riprendo la discussione per dirLe che abbiamo effettuato l'asportazione della lesione subunguele e dall'esame istologico è emerso che si tratta di melanoma maligno in situ. non conosco però i dettagli perchè l'esame istologico non mi è stato consegnato.
vorrei chiederLe se è una diagnosi molto grave e quali sviluppi dobbiamo aspettarci.
grazie della Sua disponibilità.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Il melanoma in situ reca la prognosi migliore quod vitam. Pertanto pur nella seria notizia del melanoma, asportare una lesione di questo genere allo stato iniziale significa salvare la vita ad un paziente.
Seguite gli iter previsti
Cari saluti
[#6] dopo  
Utente 745XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio della risposta chiara e concisa. Ci affideremo alle indicazioni dei medici che abbiamo interpellato per proseguire l'iter.
Grazie ancora e buon lavoro