Utente 306XXX
Salve a tutti,
ho questo grosso problema ormai da un anno, in pratica iniziata una nuova attività lavorativa molto stressante fisicamente e psichicamente (8 ore a correre), dopo due mesi all' improvviso sul lavoro mi sentii male, grande mancanza d' aria, incredibile malessere generale, freddo, tirai avanti ma dopo due giorni dopo il turno andai all' ospedale e fatti i controlli di routine, nulla, cmq da quel giorno è andata sempre peggio fino ad arrivare ad un dolore fisso a tutta la spalla sx, avambraccio sx, torace lato sx e centrale, ogni volta che mi stresso un pò di più arriva pure un forte malessere e aumenta di brutto il dolore.
Due mesi fa un cardiologo mi ha diagnosticato un angina tipica da sforzo e mi ha detto che ho avuto un colpo al cuore in passato recente (quel malore) e mi è rimasta la parete posterolaterale acinetica, mi fa fare una coronarografia che risulta negativa, mi prescrive cardioaspirina e Ranexa, ma a me da sollievo leggermente solo il caldo ambientale.
Vorrei tanto sapere con sicurezza se l' angina nel mio caso è incurabile, o se con una cura appropriata sparisce?
Poi riguardo ai sintomi, sono dovuti alla scarsa circolazione o ai nervi colpiti del cuore?
P.s.: ho eseguito moltissimi esami, lastre, una tac mezzo body.
Ringrazio in anticipo, ho 30 anni è veramente importante per me, sono un precario e devo decidere se optare forzatamente ad un cambio attività preservando le mie credenziali, oppure curare il mio problema con il rischio di perdere lavoro e credenziali.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Da cio che lei scrive si evince che lei abbia coronarie normali, ed è molto improbabile che lei , essendo giovane e non diabetico , abbia una malattia dei piccoli vasi.
Ha eseguito un ECG sotto sforzo? Una scintigrafia miocardica da sforzo? Oppure un ecostress?
Altrimenti non si può parlare di angina pectoris
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  


dal 2013
Salve dott. è tutto appurato, ho speso 750 euro di esami, sono stufo voglio la cura o una risposta secca per potermi regolare, non riesco piu a fare lavori fisici e voglio sapere se cambiare attivita o se c' è una cura efficace per sti piccoli vasi.
Lei sa rispondere?
Poi le sarei grato se rispondesse alle 2 domande del primo post, grazie
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' tutto appurato cosa, mi scusi?
Ci puo' inviare il referto del suo ECG da sforzo o della scintigrafia o dell'ecostress?
Io posso rispondere alle domande se mi da degli elementi, altrimenti e' tutto campato in aria.
Ha una coronarografia normale...su che base e' stata posta diagnosi di angina?
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  


dal 2013
Principalmente sul fatto della cicatrice alla parete postero laterale del mio cuore e dei sintomi che ho da un anno, con ulteriore conferma dell assenza di altre patologie!
Poi scusi ho chiesto infondo delle informazioni su quello che le ho riferito, se vuole rispondermi.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei puo' chiedere informazioni ed io rispondo per quello che so. "cicatrice alla parete postero-laterale del cuore" non e' un termine medico. FAccia per cortesia copia ed incolla della risposta dell'ecografia o degli esami e ne parliamo con i dati alla mano.
Arrivederci
[#6] dopo  


dal 2013
Dott lei doveva solo dirmi se esiste una cura efficcace per l angina pectoiris tipica da sforzo a coronarie dx e sx libere quindi provocata dalla microcircolazione o dallo stato/calibro generaler di tutte le arterie e vene e se esiste qual é che la chiedo al mio cardiologo?
Non ho tempo di inviare test da sforzo, ecg, ecocolordoppler, ecocardio, referto coronarografia eccc.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Innazitutto io devo dare risposte precise.
E quindi le domande debbono essere precise.
Io non ritengo che lei abbia angina, e vorrei la dimostrazione che lei abbia angina, riportandomi l'esito degli esami
Se lei "non ha tempo" per mandarmi i suoi esami, si figuri se io "ho tempo" per occuparmi di una diagnosi che interessa lei.
Cordialita'

[#8] dopo  


dal 2013
È per quelli come lei che dopo un anno ancora non ho una buona cura, lavorate solo su come spillare soldi, e la gente sta male, e ci vuole quest esame, poi quest altro, poi quest altr.
Cmq dott cecchini gia mi aveva avvisato un conoscente che lei gira sempre intorno alle domande o fa diagnosi di buona salute


Spero ci sia su questo sito uno specialista coerente e responsabile, che sappia rispondermi, grazie
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Vede io non spillo proprio soldi a nessuno, anzi ho formito quasi 8000 risposte a persone come lei gratuitamente.
Porre una diagnosi di angina pectoris aduna persona di 30 anni con coronarie sane mi pare molto strano e volevo avere copia della documentazione di esemi che lei avra sicuramente fatto.
Alteimenti sono portato a pensare che lei tali esami non li abbia eseguiti
Se poi lei ritiene che chiedere l esito dei suoi esami sia girare attorno alle domande sono fatti suoi.
Mi saluti anche il suo conoscente.
[#10] dopo  


dal 2013
Come ho scritto è molto importante per me sapere con sicurezza se l angina pectoris causata dai microvasi é reversibile con cura adatta, chiedo cortesemente un consulto
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
la terapia della malattia dei piccoli vasi coronarici è a basedi antiaggreganti, calcioantagonisti, e farmaci cosiddetti metabolici come la ranolazina e la trimetazidina. non si guarisce ma si cura efficacemente
arrivederci
[#12] dopo  


dal 2013
Come ho scritto è molto importante per me sapere con sicurezza se l angina pectoris causata dai microvasi é reversibile con cura adatta, chiedo cortesemente un consulto
[#13] dopo  


dal 2013
Ok grazie, ma sto prendendo sta ranolazina da 2 mesi 2 compresse al di da 365 mg, e ho risolto solo il malessere fisso ma appena mi stresso é uguale, qual è la sostanza più potente della ranolazina tra quelle che ha descritto??

So bene che si parte dal basso a causa della progressiva tolleranza a tutte queste sostanze, ma ho dolore e preferisco vivere altri 10 anni completamente senza sintomi per poi fare i conti che vivere a metá per sempre..
[#14] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
le ripeto che lei parte da una diagnosi che non ho potuto verificare. inoltre non è consentito prescrivere terapie via internet.
la saluto
[#15] dopo  


dal 2013
E mi dica se me lo dice poi me la farei da solo la ricetta per procurarmi il medicinale..
dovrei andare lo stesso dal mio cardiologo no!
Ma la insegnano agli studi in medicina la tecnica del dubbio, la usano tutti i cardiologhi che ho incontrato fin' ora!
Va bene lo stesso la ringrazio.

Il topic rimane aperto per chi cortesemente vuole rispondere con precisione
[#16] dopo  


dal 2013
Salve, 15 giorni fa ho fatto una nuova visita, lo specialista mi ha confermato l ipocinesia mi ha spiagato che é la parte che confina col diaframma e come pare è molto estesa, mi ha spiegato la differenza tra ipocinesia e acinesia, mi ha aumentato il ranexa e mi ha dato l adalat crono che non sto prendendo xchè mi fa sudare, lui ha presunto un verosimile problema al microcircolo, ma io ho sempre questo dolore fisso al fianco del torace in petto e tutta la spalla sx, ma una cura chirurgica non esiste? Dovrò convivere tutta la vita con un ischemia!
Dovrò dimettermi a 29 anni per non aggravare il danno e tra l altro non c' é indennità retributiva per questo tipo di danno! Chiedo un consiglio, Saluti.
[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se le non ha eseguto una scintigrafia od in ecostress che risultino positivi per ischemia non si puo parlare di malattia dei piccoli vasi.
Lei riferisce una coronarografia normale. Da quale esame , torno a ripeterle, risulta una ischemia da sforzo?
Non si presume una malattia, o la si ha o non la si ha.
Arrivederci
[#18] dopo  


dal 2013
Se sé, ma secondo lei come fa un cuore ad avere una parete lesa se non per un ischemia? Se non so le coronarie é il microcircolo, lo so pure io mica ci vuole la laurea, ma poi dopo la scintigrafia che mi cambia a me? Ormai il danno é fatto, esiste una cura chirurgica?
[#19] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
piu volte le ho chiesto il copia ed incolla delle risposte delle ecografie. la scintigrafia è findamwntale per capire primo se l e ventuale zona discineticA è davvero sede di ischemia o di necrosi ed in secondo luogo se vi fossero altre zone sofferenti e quindi ischemiche.
senza questi elementi parliamo del nulla
cordialita
cecchini
[#20] dopo  


dal 2013
Io credo che o ischemia o necrosi o cicatrice se non si puo intervenire chirurgicamente é tempo perso, perché la cura mi aiuta ma il dolore e malore ce sempre!
[#21] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quindi lei CREDE di avere ischemia o necrosi ed è disposto ad assumere farmaci a vita o addirittura sottoporsi ad un fantimatico intervento chirurgico?
Solo perche lei crede di avere una malattia dei piccoli vasi?
Ma non fa prima a togliersi il pensiero con una scintigrafia da stress?
Arrivederci