Utente 771XXX
Egregio Dott.
sono una signora di 60 anni, molto ansiosa , anche in seguito ad una serie di problemi di salute che non mi hanno certo fatto stare tranquilla negli ultimi anni. Dormo pochissimo. Ho dunque spesso e da tanto tempo extrasistole con cui convivo , visto tutti gli esami fatti e che non avevano evidenziato nulla di patologico. Ora però da un mese a questa parte le extrasistole si sono fatte molto numerose , io le sento anche più di una al minuto e questo mi dà angoscia, anche se non ho altri sintomi correlati. Ho fatto dunque holter e questo il referto:
" Ritmo sinusale con FC tra 71 e 123 battiti al minuto.
Numerosi battiti prematuri ed ectopici sopravenrticolari talvolta con blocco, per lo più isolati con frequenti coppie e qualche tripletta.Non altre aritmie nè modificazioni di rilievo rispetto al tracciato di base. "
Naturalmente il mio medico ha cercato di prendere un appuntamento per una visita urgente con un bravo cardiologo. Purtroppo il giorno prima che andassi, il cardiologo ha avuto un grave lutto ed io debbo quindi aspettare ancora qualche giorno. Secondo lei è il caso che, nel frattempo, mi rechi in un pronto soccorso ? O posso attendere il ritorno del cardiologo con cui avevo fissato la visita ? Preciso che in questi giorni ho provato a prendere due capsule al giorno di Lexotan da 1,50 e va molto meglio. Le exreasistole ancora ci sono , ma molto diminuite . La ringrazio se vorrà rispondermi e la saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Può attendere e nel frattempo si tranquillizzi....Le extrasistoli delle quali soffre sono di origine sopraventricolare e quindi assolutamente non preoccupanti....
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 771XXX

Iscritto dal 2008
Grazie, dottore, lei è stato veramente di una grande gentilezza a rispondermi subito e a tranquillizzarmi. Infatti è come un cane che si morde la coda: il cuore va a mille ed a me prende il panico, più prende il panico e più il cuore batte all'impazzata: insomma attendendo di andare dal mio cardiologo, la sua risposta mi ha risollevato e di molto: sicuramente stanotte dormirò più tranquilla ... e non è poco per il mio cuore " matto " !