Utente 283XXX
Buonasera, scrivo la presente perchè sono molto preoccupata per il mio ragazzo...
Lui è un soggetto allergico a tutti i pollini e polvere...8 o 9 anni fa fece un vaccino sublinguare e da allora lacrimazioni e forti starnuti sono andati via lasciando il posto a "naso che cola", qualche starnuto, mal di testa, ma forti sensi di vomito....lui me li descrive come una "massa" di catarro che gli torna su; la deglutisce ma gli da molto fastidio. Gli brucia spesso la gola e tossisce frequentemente, soprattutto dopo mangiato. Prende costantemente l'antistaminico la sera per dormire (altrimenti non ci riuscirebbe anche per il naso chiuso)
Io, guardando un po su internet, ho letto qualcosa sulle allergie crociate...è possibile che ci siano questi disturbi a seguito dell'ingerimento di alcune sostanze?Se così, cosa dovrebbe fare oltre ad eliminarle?può o deve prendere altri farmaci, o basta l'antistaminico?Ho molta paura che possa diventare qualcosa di ancora più serio...
Grazie mille per la Vs cortese attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
il Suo racconto non è indicativo di un problema allergico alimentare.
Ad ogni modo resta il racconto di una persona terza (seppur molto vicina), non quello dell'interessato, che potrebbe anche non aver riferito esattamente le cose come stanno.
Se dovesse sospettare (lui) un nesso tra alimenti e sintomi, allora sarà opportuna una rivalutazione allergologica.
Saluti,