Utente 135XXX
Salve a tutti, mia zia soffre di nefropatia diabetica, diagnosticata da biopsia renale (dicembre 2011), con una VES sempre troppo alta dal giugno del 2007(oscilla tra 50 e 90).

1)la biopsia da certezza al 100% della tipologia di danno subita dal rene?
2)in base a quali valori una persona dovrebbe cominciare la dialisi?
3)un soggetto che si trova in prossimità di fare dialisi quali sintomi dovrebbe avvisare?
4)esistono terapie sostitutive della dialisi?
5)quale terapia si potrebbe seguire per ritardare, piu possibile, la dialisi?
6)La VES sempre troppo alta così di cosa potrebbe essere indice?
7)Sarebbe necessaria qualche altra visita specialistica?

Ringrazio anticipatamente per le informazioni che mi vorrete dare e sotto scrivo i risultati delle analisi del sangue

Analisi del sangue ( 15/05/2013 )

Ves 90 ( 0 - 35 )
Esame Emocromocitometrico
Leucociti 4,56 ( 4 -10 )
Eritrociti 3,99 ( 4 - 5-50 )
Emoglobina 11,1 (12,6 - 16 )
Ematocrito 34,7 ( 37 - 47 )
MCV 87 ( 80 - 96 )
MCH 27,8 ( 27 - 32 )
MCHC 32 ( 31 - 36 )
RDW 13,8 ( 11,5 - 15 )
Piastrine 258 ( 150 - 400 )

Formula Leucocitaria %
Granulociti Neutrofili 68 ( 55 - 70 )
Linfociti 19,7 ( 25 - 48 )
Monociti 7 ( 1 - 13 )
Granulociti Eosinofili 4,4 (1 - 5 )
Granulociti Basofili 0,9 (0 - 1,5 )

Formula Leucocitaria #
Granulociti Neutrofili 3,10 ( 1,80 - 7 )
Linfociti 0,90 ( 0,90 - 4,50 )
Monociti 0,32 ( 0,10 - 1,30 )
Granulociti Eosinofili 0,20 (0,05 - 0,70 )
Granulociti Basofili 0,04 (0 - 0,20 )

Quick 41 ( 80 - 120 )
INR 1,77 ( 2 - 3 ) (in trattamento con Coumadin 5)
APTT 36 ( 20 - 34 )
APTT ratio 1,21 ( 0,80 - 1,25 )
Glucosio 80 (70 - 110 )
Urea 119 (10 - 50 )
Acido Urico 7,2 ( 2,4 - 5,7 )
Colesterolo 323 ( 130 - 200 )
Trigliceridi 207 ( 30 - 200 )
Colesterolo HDL 70 ( 65 - 80 )
Colesterolo LDL 212 ( fino a 140 )
Sodio 134 ( 132 - 148 )
Potassio 5,4 ( 3,5 - 5,5 )
Calcio totale 7,6 ( 8 - 11 )
Fosforo 5,7 ( 2,7 - 4,5 )
Magnesio 3,07 ( 1,50 - 2,50 )
Proteine totali 5,6 ( 6 - 8 )
Albumina 3,7 ( 3,4 - 4,8 )
Sideremia 41 ( 37 - 145 )
Bilirubina Totale 0,2 ( 0,2 - 1 )
Bilirubina Diretta inf. a 15 mg
Transaminasi ossalacetrica ( GOT ) 14 ( 0 - 31 )
Transdaminasi Piruvica ( GPT ) 8 ( 0 - 31 )
Fosfatasi alcalina 72 ( 35 - 105 )
Mioglobina 183 ( 25 - 58 )
Transferrina 261 ( 200 - 360 )
Ferritina 18 ( 8 - 140 )
Emoglobina Glicata 4,5 ( 4 - 6 )
Emoglobina Glicata 25,68 ( 20 - 42 )

Urea urinaria 414
Diuresi delle 24h 2500ml
Urea nelle 24h 10,4 ( 10 - 40 )
Proteine 3,21
Proteine nelle 24h 8,03 ( fino a 0,15 )
Clearance della creatinina
Creatinina 7,8 ( 0,5 - 1,1 )
Creatina Urinaria 40,2
Volume minuto 1,74
Clearance 9 ( 70 - 140 )

Esame delle urine

Aspetto limpido
Densità 1,007 (1,005 - 1,025 )
PH 6,5 ( 5,5 - 7 )
Glucosio assente
Proteine +3
Emoglobina +1
Chetoni negativi
Bilirubina assente
Urobilinogeno assente
Nitriti assenti

Esame microscopico del sedimento urinario leucociti 3


[#1] dopo  
Dr. Piero Mignosi
24% attività
12% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gent.mo Utente,
in riferimento al caso clinico da Lei evidenziato e che interessa Sua zia, gli es.ematochimici riferiti sono compatibili con Insufficienza Renale Cronica al V° stadio. Visto il valore riferito della Clearance creatinina (9 ml/min) è da ritenersi molto prossima la necessità di iniziare il Trattamento emodialitico sostitutivo, per il quale è opportuno allestire un valido accesso vascolare (FAV) che consentirà l'inizio e la prosecuzione dellla terapia sostitutiva. E' da evidenziare, che normalmente il confezionamento della predetta FAV viene effettuato con adeguato margine di tempo così da consentire lo "sviluppo" della FAV stessa. Ove ciò non sia stato programmato, in caso di necessità ad iniziare il trattamento emodialitico potrà farsi ricorso provvisoriamente al posizionamento di un CVC (catetere venoso a doppia via e doppio lume) o in v.femorale o in v.giugulare int o in v.succlavia.
Visti i valori degli es ematochimici riferiti è da ritenersi necessario afferire presso il Suo nefrologo di riferimento per un attento monitoraggio clinico nefrologico e per pianificare l'eventuale inizio della terapia dialitica sostitutiva.
Distinti saluti