Utente 280XXX
Buonasera, scrivo per un problema che ormai mi sta tormentando da mesi: le extrasistole. Sono un soggetto abbastanza ansioso e sono in cura da una psicologa della mia città. Scrivo perchè vorrei sapere se davvero le extrasistole ventricolari, in un cuore sano (ho solo una minima insufficineza mitralica), possono essere considerate benigne. Il mio cardiologo continua a dirmi di non preoccuparmi che il mio cuore è a posto ma io vivo ogni extrasistole sempre con tremenda ansia e paura. Negli ultimi mesi ho fatto tutti gli esami del caso (eco, ecg, test da sforzo, holter) e non è uscito nulla di rilevante (tra l'altro l'holter ha evidenziato "solo" 24 bev nella giornata. In più a volte le sento anche durante lo sforzo fisico e, sempre il mio cardilogo mi ha detto di non preoccuparmi, ma io ho puara che mi possa venire una fibrillazione. Io soffro di colon irritabile che a giorni mi fa stare molto male perchè sento tantissima aria nella pancia (devo iniziare una cura per questo) e mi chiedevo se l'aria può essere una causa scatenante di queste artimie. Vi ringrazio per il vostro supporto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
certamente l'ansia è una comune causa della comparsa di extrasistole, ma il loro numero (24) da lei riportato è davvero insignificante così come le sue paure appaiono del tutto ingiustificate.
Si concentri sul suo percorso psicoanalitico.
Saluti