Utente 106XXX
Gentili dottori
Sono affetto da cardiopatia dilatativa post-miocardiaca (o post-ipertensiva, i medici che mi hanno in cura non sono sicuri in merito) e ipertensione essenziale, e per questo assumo vari farmaci (Lasix, Blopress, Congescor, Triatec, Norvasc).

A marzo 2012 la EF era ail 14% e tutte le camere erano enormemente e drammaticamente dilatate.

A ottobre 2012 la EF era risalita al 48% e solo l'atrio sinistro era lievemente dilatato (diametro 41mm, e 81 ml con il metodo simpson biplano).

A marzo 2013 la EF era ulteriormente risalita al 54% e l'atrio sinistro (diametro 42mm) veniva dato per "normale" (senza specificare il volume)

Oggi, la EF è al 58%, il ventricolo sinistro funziona ancora meglio e si è ulteriormente rimpicciolito, ma l'atrio sinistro viene dato per "dilatato", con un diametro di 40 mm ma con un volume di 89ml.

Aggiungo che l'operatore è stato sempre uno diverso (perché dipende da chi è di turno a fare le ecografie).

Inoltre l'onda A è salita da 70 a 101 mentre il rapporto E/A è salito da 1.04 a 1.12 (anche l'onda E è salita da 73 a 113).

Ovviamente non posso che rallegrarmi per la EF che è rientrata nella norma, ma per l'atrio è solo dovuto a operatori diversi, o sto migliorando da una parte e peggiorando dall'altra?

Grazie mille e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
sarebbe utile comprendere se nel referto eco venga riportata anche una lieve insufficienza mitralica, perchè in tal caso, la dilatazione atriale sarebbe legata anche a tale reperto.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno dottore

Innanzitutto grazie per la risposta.

L'insufficienza mitralica era "media" all'inizio, quando la EF era al 14%, tutto il cuore era gravemente dilatato e i due lembi non arrivavano a "toccarsi".

Quando la situazione è migliorata e le dimensioni sono tornate a valori accettabili, l'insufficienza mitralica è stata classificata a volte "lieve" e a volte "trascurabile", e il collabimento dei lembi è tornato a posto. Anche in quest'ultima ecografia viene riportato un lieve rigurgito e una lieve insufficienza mitralica.

A preoccuparmi non è tanto questo, quanto l'aumento di dimensione dell'atrio, che pare essere in controtendenza rispetto al ventricolo.... non tanto rispetto a tre mesi fa (quell'ecografia è durata in tutto sì e no un minuto o due, sicché non so se hanno calcolato solo il diametro o anche il volume, visto che poi non lo hanno specificato), quanto rispetto a quella di otto mesi fa in cui il volume era 8 ml in meno.

Grazie ancora