Utente 683XXX
Egr. Dottori,
sono qui a porVi un problema che riguarda mia nipote di 21 anni. A seguito di un dimagrimento i suoi reni sono scesi. Vi invio parte della risposta dell’esame ecografico:
“Entrambi i reni sono ptosici e subiscono una ulteriore migrazione caudale e anteriore in ortostatismo. In particolare il rene dx subisce uno spostamento significativo con il polo inferiore che si colloca in ortostatismo, in fossa iliaca dx divenendo palpabile. Normale morfologia e volume. Non dilazioni del sistema escretore. Spessore corticale nella norma e non dilazione all’aorta addominale esplorata fino alla biforcazione. Assenza di linfoadenopatie lomboaortiche e pericavali.”
Il medico curante consiglia un intervento per rimettere i reni in sede; mentre l'ecografo ritiene che basta aumentare di peso. Pertanto Vi richiedo un consiglio in merito. Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Massimo Gai
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALASSIO (SV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
E' necessario avere informazioni anche sulla funzione renale e/o eventuale presenza di proteinuria. Inoltre bisogna valutare se la ragazza ha avuto episodi di colica renale, infezioni delle vie urinarie o del rene. Sulla base di questi dati si potrà valutare se discutere questo caso con un Urologo per un eventuale intervento

Saluti
[#2] dopo  
Dr. Enrico Battiati
20% attività
0% attualità
0% socialità
AGRIGENTO (AG)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Buongiorno,
confermando quanto ha ottimamente risposto il collega che mi ha preceduto,e' importante inoltre conoscere l'entita' del dimagramento ed i dati della costituzione morfologica,al fine della valutazione se il raggiungimento del peso ottimale(ideale) possa di per se' porre un un qualche adeguamento accettabile.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 683XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, ringrazio i medici che hanno risposto alla mia richiesta. Vorrei aggiungere che mia nipote non ha avuto episodi di colica renale,né di infezioni alle vie urinarie o del rene. L'unico episodio "strano" è stato un rigonfiamento vaginale avuto 2 mesi fa e scomparso dopo l'applicazione di una pomata al cortisone, ma non sò se la cosa sia collegabile allo spostamento dei reni. La ragazza è dimagrita di 6 Kg; al momento pesa 56 Kg per un'altezza di cm.175.Quanto prima richiederemo al medico curante di poter effettuare le analisi del sangue e delle urine per poter avere dei dati in più per una migliore valutazione del caso. Vorrei chiederVi: nel nostro caso è più opportuno rivolgerci ad un urologo o ad un nefrologo?
Grazie, cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Enrico Battiati
20% attività
0% attualità
0% socialità
AGRIGENTO (AG)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Ritengo che il collega urologo sia il piu' indicato in questo caso,in quanto ,potra' valutare l'opportunita' e la necessita' di un eventuale intervento chirurgico ,alla luce anche delle considerazioni gia' fatte e non da sottovalute.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Massimo Gai
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALASSIO (SV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Sarebbe utile far valutare il caso da una equipe che preveda sia il nefrologo che l'urologo.

Saluti
[#6] dopo  
Utente 683XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio il dott. Gai ed il dott.Battiati per aver risposto ai miei quesiti. Contatteremo quanto prima uno specialista in materia e, qualora ce ne dovesse essere bisogno, mi permetterò di disturbarVi ancora.
Cordiali saluti.