Utente 307XXX
Buongiorno,sono un ragazzo di 23 anni,sportivo,fisico atletico e asciutto.
Da circa una settimana o poco più mi sveglio e noto l'assenza dell'erezione mattutina. Non nego la preoccupazione anche se consapevole del periodo di forte stress in cui mi trovo. Ho appena cambiato totalmente la mia vita per amore,città lavoro e abitudini. La mattina mi sveglio molto presto e lavoro fino a sera,per poi dover affrontare 40 minuti di macchina per tornare a casa. Sono molto stanco,al punto che faccio fatica ad avere l'erezione. Mi spiego: prima solo a sentire l'odore della pelle della donna con la quale sto arrivava l'erezione. Ora a fatica e spesso è capitato durante il rapporto che mi sentissi male,accusando forte sudorazione,o mal di stomaco o semplicemente l'erezione spariva. In passato con altre donne (tutte tranne l'attuale) non ho quasi mai raggiunto l'orgasmo se non concludendo il rapporto con la masturbazione e dopo rapporti di 2 ore e l'erezione non arrivava a meno che non venissi stimolato. So per certo che fosse per causa psicologica (le reputavo ragazze qualsiasi,non meritevoli del mio godimento,era sesso vuoto,spesso violento) e ora con l'attuale ragazza è tutto totalmente diverso al punto da riusciire a raggiungere 2 orgasmi di fila senza perdere l'erezione. Sono preoccupato,so per certo che mi attrae,ma non riesco a capire se la causa sia fisica o psicologica e soprattutto come risolvere il problema.
Ho un'ultima curiosità: è normale dopo un rapporto con eiaculazione,non riuscire ad avere un'altra erezione? Ogni volta deve passare qualche ora... Chiedo un vostro consulto,anche se forse la risposta è nell'aspettare che passi questo periodaccio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
in primis se la prenda calma, che le mancanza di erezioni mattutine dipende per lo più da cattiva qualiutà del sonno, ed indicano molto poco. Un periodo refrattario lungo in corso di periodo faticoso e stressante necessita di ferie, e qualora perdurasse anche dopo il suddettyo periodo senta collega dal vivo.