Utente 307XXX
Buonasera, sono una ragazza di 22 anni, alta 1.66 e il peso è tra i 70/75, un pò in sovrappeso, faccio poca attività fisica, tranne delle lunghe camminate quando mi è possibile.Volendo diventare donatrice di sangue, vado al centro prelievi, e notano che avevo i battiti accelerati. Successivamente faccio un elettrocardiogramma, dove risulta tutto nella norma, eseguo anche un ecografia ( non so se si chiami proprio cosi) al cuore, e anche li risulta tutto nella norma, e metto l holter per 24 ore ( dove risulta, una minima di battiti di 62 una massima di 129 con una media di 83, e dice battiti sconosciuti : 17) porto tutte e tre le visite dal mio medico di base e mi dice che è tutto nella norma, e che ahimè essendo ansiosa ( mia madre soffre di tachicardia, mia zia ( sua sorella) anche di battiti accelerati) può essere anche una questione di famiglia. Riporto tutte le analisi al centro prelievi anche li il cardiologo vede le mie analisi e mi dà l ottima notizia che posso diventare donatrice. Ora però anche se mi hanno detto che è tutto nella norma, ho sempre questa "tarlo" del cuore che va un pò più veloce, come posso aiutarmi??? ma è grave questa cosa? ho un pò paura ... grazie per la disponibilità di tutti voi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Le sue paure sono del tutto ingiustificate. Stia serena e tranquilla, e' tutto ok.
Saluti