Utente 529XXX
BUONGIORNO SIG.BENINI E'CON MOLTA GRATITUDINE CHE MI RIVOLGO ANCORA A LEI SONO COLLINA ,SONO ORMAI 165 GIORNI DA QUANDO MI E' USCITO L'ERPES ZOSTER ALLA SCHIENA E NELLA ZONA PETTORALE, PRESI I FARMACI X LA CURA DEI DIECI GIORNI ,SUCCESSIVAMENTE PRESI DELLE VITAMINE E FECI ANCHE DELLE INIEZIONI X RINFORZARE I NERVI,COME RICORDERA' ANDAI IN VACANZA E X QUEL PERIODO SPARI' TUTTO MA AL RIENTRO CON IL FREDDO AVEVO DEI LIEVI FASTIDI PERMANENTI ,MA QUEI FASTIDI DA CIRCA 15 GIORNI SI SONO RIACUTIZZATI ANCHE DI GIORNO CON UNA CERTA INSISTENZA CON FITTE CONTINUE( ANCHE SE SOPPORTABILI)SONO ANDATO AVANTI CON LA FIDUCIA CHE ANCHE DA NOI ARRIVASSE IL CALDO X ESPORMI AL SOLE ,MA SENTENDO GENTE CHE CONVIVE CON ERPES X ANNI MI STO' UN PO' PREOCCUPANDO X GIUNTA SUL PETTO DOVE USCI' SI NOTA UN GONFIORE COME SE AVESSI UN FISICO DA CULTURISTA CHE AFFATTO NON LO SONO ANZI DA QUEL LATO SONO ABBASTANZA PIGRO,LEI MI PUO' CONSIGLIARE COSA FARE?

INTANTO LA RINGRAZIO INFINITIVAMENTE E LE AUGURO UNA BUONA DOMENICA E INIZIO SETTIMANA .

DISTINTAMENTE ENIO COLLINA

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Sig. Collina, a questo punto per ottenere delle risposte serie, non può prescindere da visita reale e visione diretta di ciò che in tale sede descrive, non è escluso che se si rivelasse una riaccensione di una nevrite post erpetica si debba ricorrere all'uso di farmaci del tipo antidepressivi triciclici(usati nelle nevriti in generale) ed addirittura al consulto con lo specialista Neurologo.
Cari saluti