Utente 307XXX
Salve, ho 52 anni e svolgo attività fisica in modo più o meno costante (2-3 volte settimaa palestra). Negli ultimi mesi ho cominciato ad andare in bicicletta, equipaggiato con cardiofrequenzimetro, soltanto la domenica, percorrendo dai 40 ai 60 km ad uscita; dal cardio ho rilevato una pulsazione media di 159 battiti/mituto nell' arcoe delle 2-3 ore (durata delle escursioni). Ovviamente, come ogni anno, ho fatto la visita medico sposrtiva con ecg, spirometria e lo scorso autunno anche un check-up cardiovascolare completo (eco, ecg, saturimetria, etc), dal quale non sono risultate anomalie ai danni dell' apparato cardiovascolare, così come dalle analisi del sangue (sono donatore), risultano tutti i valori nella norma. Ciononostante per 2, 3 giorni dopo l'uscita in bicicletta risento dell' affaticamento dell' uscita in bici con un senso di ansia diffuso. E' normale tale situazione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' normale....si tranquillizzi.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 307XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio, vorrei evidenziare che i 160 battiti, sono medi per tutte le 3 ore di esercizio, con punte di 180 pulsazioni /min, in corrispondenza di salite! Può in qualche modo essere dannoso? Per riuscire ad abbassare questi valori, è sufficente un corretto e costante allenamento? Grazie di nuovo.
Davide
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ovviamente...se si effettua attività fisica senza essere allenati l'entità degli sforzi viene limitata dalla frequenza cardiaca che si porta a valori elevati più rapidamente di quanto non avvenga in chi è allenato...Tutto normale...
saluti