Utente 307XXX
Buongiorno Dottore, sono un ragazzo ventenne non fumatore e sportivo fin dall'infanzia, svolgo regolarmente la visita medica sportiva dal 1997 nella quale non è mai stata riscontrata nessuna anomalia tranne una leggera forma di asma allergica.La mia pressione sanguigna è sempre nella norma e le mie pulsazioni a riposo difficilmente superano i 50 b.p.m. . Da dicembre di quest'anno ho iniziato a avvertire delle extrasistoli isolate prima di addormentarmi, dopo aver assunto degli integratori di magnesio e potassio sono quasi scomparse ripresentandosi solamente a volte durante i rapporti sessuali con la mia partner. Durante le svariate ore di allenamento a cui mi sottopongo ogni giorno non si sono mai manifestate. La settimana scorsa mi sono sottoposto alla visita medico sportiva e il medico non ha riscontrato nessun problema cardiaco tramite l' ECG sotto sforzo e a riposo , anzi si è complimentato per la risposta del mio cuore allo sforzo . Il problema è che questi eventi pur presentandosi sempre meno di rado mi lasciano in uno stato d'ansia in ogni allenamento che svolgo compromettendo non solo il mio rendimento sportivo ma anche la mia vita.
La mia domanda è questa, viste le periodiche visite tramite ECG in tutti questi anni posso essere sicuro di avere un cuore sano o dovrei ricorrere a ulteriori accertamenti? Posso escludere il rischio di soffrire di una malattia cardiaca grave?
La ringrazio anticipatamente per il tempo da lei dedicatomi.
Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività +40
0% attualità +0
16% socialità +16
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Sporadiche ed isolate extrasistoli possono rientrare nel loro complesso nella norma anche per un atleta. La valutazione completa andrebbe tuttavia fatta sulla visione di almeno un suo ECG a riposo e su quello da sforzo. Se i colleghi, in base ai dati strumentali ed anamnestici, non hanno riscontrato nulla di particolare lei non ha motivo di esser in ansia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 307XXX

Iscritto dal 2013
Salve Dottore, innanzitutto la ringrazio per la tempestiva risposta, riguardo al mio elettrocardiogramma avevo già manifestato questo fastidioso disturbo sia al medico dello sport che mi visita da anni sia al medico di famiglia. In base ai risultati dell'ECG e al mio stato di salute generale entrambi hanno concordato nel dirmi che probabilmente questi fastidiosi episodi sono causati da un periodo di grandissimo stress fisico (sono nel cosiddetto periodo di carico in cui praticamente si lavora per preparare l'intera stagione) e un conseguente stress mentale e che queste alterazioni emotive e fisiche possono aver causato le extrasistoli, rassicurandomi inoltre dicendo che se avessi avuto una patologia grave si sarebbe già manifestata con svenimenti o giramenti di testa durante le ore di allenamento a cui giornalmente mi sottopongo.
Due ultime domanda dottore, ritiene anche lei possibile che lo stress sia la causa di questo disturbo?
L'elettrocardiogramma sotto sforzo e a riposo è un test in grado di rivelare eventuali malformazioni o patologie?
La ringrazio ancora
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività +40
0% attualità +0
16% socialità +16
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
1 SI
2 in genere si