Utente 308XXX
Gentili dottori,
chiedo un vostro consulto poichè dopo numerose visite riguardanti il mio apparato genitale non so bene come comportarmi. Questa è il mio analisi del liquido seminale condotto il 25/02/2013:
Volume: 4,1 ml
Aspetto: Grigio chiaro
Fluidificazione dopo 30 min: Completa
Viscosità: normale
Ph: 7,9
Numero nemaspermi: 15 milioni/ml
Mobilità progressiva dopo 2h: 20%
Mobilità in situ dopo 2h: 40%
Immobili dopo 2h: 40%
Grado di motilità: mediocre
indice di motilità: 0.4
Cellule spermiogenetiche: numerose
Leucociti: alcuni
Emazie: assenti

SPERMIOCITOGRAMMA
Forme normali: 25%
Anomalie della testa: presenti
Percentuali anomalie testa: 40%
Perc. Anomalie tratto intermedio: 10%
Perc. anom. della coda: 10%
Perc. anom.della coda: 10%
Perc. forme immature: 15%

CONCLUSIONI
flogosi NO
ipoposia NO
oligospermia SI
azospermia NO
acinesia NO
teratospermia SI
iperposia NO
astenospermia SI
normospermia NO

Con questa visita un urologo mi ha trovato inoltre la prostata molto congesta e mi ha prescritto:
UNIDROX 600 mg 1 compressa per 10 giorni
FLAMINASE 2 compresse per 10 giorni

Inoltre mi ha prescritto un esame del sangue di cui nelle righe successive riporterò i valori, inoltre anche un ecocolordoppler per verificare una presenza di possibile varicocele che per fortuna si è rivelato non essere un varicocele. Mi ha anche prescritto di non avere più di 2 rapporti a settimana per alcuni mesi.

ANALISI DEL SANGUE (13/05/2013):
estradiolo: 15,00 pg/ml
FSH: 2,71 mUI/ml
LH: 2,52 mUI/ml
testosterone: 9,09 ng/ml
testosterone free siero (metodo RIA): 14.9 pg/mL

Con queste analisi del sangue e dopo aver preso i farmaci sono riandato da un andrologo oggi stesso (12/06/2013) il quale dopo avermi visitato e visto tutti questi referti mi ha prescritto:

"E.O.: addome trattabile. Pene e didimi n.n. Non varicocele. Prostata non congesta
Esame liquido seminale: oligoastenoteratozoospermia
Estradiolo, fsh, lh, testosterone n.n.
Ha assunto unidrox e flaminase con scarso beneficio."
Ho anche detto al medico che da qualche mese a questa parte soffro di eiaculazione precoce e i medici mi hanno detto che probabilmente è dovuta alla prostatite. Dopo tutto questo l'andrologo oggi mi ha prescritto:

-proxana plus 1 compressa al mattino per 2 mesi
-Spergin Q10 1 compressa alla sera per 2 mesi

Fra quattro mesi nuovo esame del liquido seminale e spermiocoltura+ ATB (ricerca germi comuni, Clanmidie e Micoplasmi).

La mia domanda è: gli ultimi farmaci prescritti dal dottore sono integratori, e siccome,soprattutto il secondo, costa molto (40 € per 15 pastiglie) mi viene davvero difficile permettermelo. Quindi secondo voi è necessario che lo prenda considerando che non penso ora di avere figli? Come ne pensate dei miei esami dello sperma? Per quanto riguarda il proxana plus invece è importante per la prostata?

Io purtroppo sto ancora continuando a soffrire di eiaculazione precoce, potrebbe aiutarmi secondo voi il proxana plus?

Ringraziandovi in anticipo, porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il quadro clinico fa scisso tra il dato relativo al disagio legato alla eiaculazione precoce, e quello relativo ai numeri e percentuali espressi dallo spermiogramma che eviedenzia uno stato deprivvo della spermatogenesi,particolarmente nel versante qualitativo relativo alla motilità spermatooaria.Non mi sembra,però,di evidenziare elementi che depongano verso uno stato infiammatorio prostatico,però,da questa postazione telematica,non è possibile contestare più di tanto il giudizio di uno o più colleghi che hanno avuto il privilegio di visitarLa.Certamente singolare è il consiglio di limitare a due rapporti alla settimana la frequenza degli stessi...Per quanto riguarda la plausibilità della terapia proposta,La rimando al collega che maggiormente ha conquistato la Sua fiducia,invitandoLa ad eseguire una spermiocoltura in tempi brevi.Ho la sensazione che abbia contattato unicamente urologi e non andrologi dedicati,tanto che il disagio legato alla eiaculazione precoce non è stato considerato pertinente.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Dottore le spiego riguardo alla prostatite: il primo dottore da cui sono andato (un urologo) mi ha fatto un esame della prostata toccandomela con mano, e a me faceva male quindi mi ha detto che era infiammata e mi ha dato Unidrox e Flaminase, successivamente gli esami del sangue sono stati fatti dopo alcuni mesi e il successivo medico (andrologo) mi ha ritoccato la prostata ma questa volta non mi faceva più male.

Quindi se ho capito bene lei mi consiglia di rifare in tempi brevi una spermiocultura per vedere se qualcosa è cambiato nello sperma?

Per quanto riguarda gli integratori che l'ultimo medico mi ha detto di prendere mi consigliate di prenderli oppure dite che essendo integratori, non sono così efficaci insomma (soprattutto spergin q10 il quale costa eccessivamente)?

Riguardo l'eiaculazione precoce pensa che l'andrologo da cui sono andato non l'abbia considerato un problema dice?

Grazie di nuovo.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...un andrologo dedicato non tralascia la eiaculazione precoce.A questo punto,prima di iniziare una terapia,esegua uno spermiogramma con coltura e ne parli con lo specialista di riferimento.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille dottore per i consigli. Allora già che ci sono posso permettermi di fare alcune domande?:

1)Quali sono le principali cause della prostatite, in particolare in età giovanile? Una di queste potrebbe essere una masturbazione/numero di rapporti elevati (con elevata intendo più di una volta al giorno per lungo periodo)?

2) Il proxana plus, l'integratore consigliatomi dall'andrologo da cui sono andato potrebbe essere un aiuto? Sebbene capisco che è solo un integratore, però potrebbe aiutarmi in una corretta ripresa dalla prostata congesta che avevo in passato? Insomma secondo voi è un prodotto valido, in quanto integratore?

3)Una prostatite può influenzare, e se sì in che modo, la produzione degli spermatozoi e quindi anche essere la causa di una oligoastenoteratozoospermia considerando che lo spermiogramma l'ho fatto in presenta della suddetta infiammazione? Può influenzare anche la presenza della eiaculazione precoce?

4)Io quando urino in questo periodo provo la sensazione che non sia uscita tutta, e inoltre nell'ora successiva ad un eiaculazione provo fastidio al condotto dove passa lo sperma e anche qualche volta al testicolo destro, solo un piccolo fastidio che poi passa.. Potrebbero essere tutti questi sintomi che la prostatite non mi è ancora andava via del tutto?

5)Quali principali, non a livello farmacologico, si dovrebbero prendere per curare la prostatite? Può aiutare bere molto? Fare sport? Che alimenti si dovrebbero preferire?

Spero che tutte queste domande possano essere utili non solo a me, ma a moltissime persone che hanno ancora dubbi o che comunque vogliono sapere di più riguardo questo argomento. Grazie.