Utente 683XXX
salve sono un ragazzo di 35 anni.da circa 9 mesi avverto un dolore al centro del petto e un dolore che nn so spiegare nn e un dolore fisso. ma un dolore che si muove intorno al petto sx fin sotto l ascella e a volte anche al braccio . ho fatto degli esami 2 rx torace in due proiezioni con esito negativo due eletrocardiogramma e un analisi dell troponina con esito negativo poi ho fatto un esofagogastroduodenoscopia e un ecotomografia adome con esito negativo il mio medico mi a detto che si tratta di nevralgia intercostale.di notte metre riposo nn averto questi. cari dottori a chi mi posso rivolgermi ce qualcuno che mi puo aiutare ah ho fatto una visita anche da lortopedico senpre con esito negativo grazie aspetto una vostra risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Salve,
per stare tranquillissimo dal punto di vista cardiologico potrebbe richiedere di fare un Test da Sforzo...
Se viene confermata (per esclusione) la nevralgia, potrebbe provare con degli antiinfiammatori al bisogno, magari per un certo periodo, e vedere se il tutto passa. Le ha prescritto qualcosa a riguardo il suo medico?
[#2] dopo  
Utente 683XXX

Iscritto dal 2008
salve la ringrazio di avermi risposto. il mio medico mi a presritto di fare 10 iniezioni con dobetin poi mi diede una pomata falcoren e dei cerotti keplat ma nn ho risolto il problema.caro dottore io nn ho mai soferto di questi dolori mi sono venuti alimproviso metre stavo lavorando mi venne come una spece di tremore al petto sinistro e sono cominciati questi dolori .sto notando una cosa che dieci giorni fa qui da noi in pulia faceva caldo e questi dolori sparirono stavo bene adesso sono riaparsi.cosa ne pensa. la ringrazio ancora di avermi risposto.
[#3] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
sbaglio o lei è un pochino ansioso? Mi pare di notarlo dall'atteggiamento con cui sta affrontando questo argomento...
[#4] dopo  
Utente 683XXX

Iscritto dal 2008
si sono un tantino ansioso ma centra qualcosa con questo dolore.
[#5] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Si, può esserci una componente ansiosa o cmq psico-somatica. Ho dedotto questo leggendo queste sue frasi che riporto:

"...un dolore che nn so spiegare nn e un dolore fisso..."

quando non si riesce con esattezza a descrivere un sintomo, solitamente si ha a che fare con un disturbo di tipo ansioso

"...mi venne come una spece di tremore al petto sinistro e sono cominciati questi dolori .sto notando una cosa che dieci giorni fa qui da noi in pulia faceva caldo e questi dolori sparirono stavo bene adesso sono riaparsi..."

qui invece mi fa capire che sta controllando questi sintomi molto attentamente, quasi dovesse farne una relazione. Io le dico che un dolore neuromuscolare è insolito (ma non impossibile) iniziare dopo un tremore. Poi sono scomparsi (sotto terapia?) poi sono riapparsi (a terapia conclusa o ancora sotto terapia?).

Se la diagnosi del suo medico è corretta dovrebbero scomparire con la terapia, altrimenti parlerei di disturbi d'ansia, previo colloquio psichiatrico eventualmente...
[#6] dopo  
Utente 683XXX

Iscritto dal 2008
dottore io nn sono piu in terapia da almeno 5 mesi lultima terapia che ho fatto e stata la tecar terapia dove nn ho avuto nessun beneficio poi mi rivolsi dinuovo al mio medico e mi disse di lasciare stare tutto che questi dolori sconpaiono con la rivo del estate e di nn preucuparmi.mi anno consiliato anche una tac lei cosa ne pensa.
[#7] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
ribadisco il mio ultimo pensiero e cioè che se la diagnosi del suo medico è corretta i dolori dovrebbero scomparire con terapia, anche perchè mi pare di capire che non sono fortissimi o cmq insopportabili. Consiglio quindi 2 vie:
- un consulto ortopedico che confermi o meno la diagnosi di "nevralgia intercostale" fatta dal suo medico curante.
- un consulto psichiatrico che cerchi di capire al meglio se c'è anche un disturbo d'ansia associato, quanto questo sia influente sui suoi dolori, ed eventualmente impostare una terapia farmacologica a breve termine anche sotto questo punto di vista.
Saluti.