Utente 239XXX
Salve,scrivo per avere un'informazione su alcuni avvenimenti di questi giorni.
Io lavoro in fabbrica e capita spesso che non riesca a seguire uno stile di vita regolare,proprio a causa degli orari di lavoro,in più lavoro per molte ore fermo nella stessa posizione,seduto o in piedi.
Mi capita alcune notti in cui ho turni particolari,in cui salto addirittura il sonno,o dormo 3-4 ore,ma questo al massimo 1 volta a settimana,ovviamente poi,quando ho il turno di notte,dormo di giorno,e seguo questo ritmo almeno per 2 settimane al mese.
In questi giorni in cui dormo poco o nulla,o in cui ho lunghi periodi di veglia notturna,avverto spessissimo delle extrasistole che mi tolgono il fiato,capogiri,sudorazione fredda e senso di vuoto al petto e sta diventando francamente una conizione debilitante.
Ci tengo a sottolineare che non ho mai fumato nè bevuto,e non consumo mai caffè,mi concedo al massimo un caffelatte a colazione,ma un paio di volte a settimana e cerco di avere uno stile di vita abbastanza regolare.
Mi domando,le extrasistole,i capogiri,la sudorazione,la fame d'aria e il peso al petto possono o no avere un'origine cardiaca dovuto al mio stile di vita,nonostante sia giovane (25 anni) e non avendo mai avuto particolari problemi?
Possono lo stile di vita sedentario e il poco sonno avermi condotto ad una condizione patologica,o gli episodi sono riconducibili ad altro?
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' possibileche sia, come lei dice, ilsuo stile di vita a darle i disturbi che riporta....ma se deve fare i conti con il tipo di lavoro che ha forse non ha molta scelta...Comunque per tranquillità potrebbe fare una visita cardiologica....Ne parli con il suo medico curante.
saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Certo,
Infatti non credo di avere scelta,ma sono ancora giovane,se a causa del lavoro mi dovessi trovare ad affrontare addirittura una cardiopatia,credo che preferirei evitare questo tipo di lavoro,per quello ho domandato se ce ne fosse o meno il rischio,ovviamente,come da lei suggerito mi rivolgerò anche al curante,volevo semplicemente capire se,dati le mie condizioni di salute abbastanza buone,uno stile di vita irregolare potesse comunque condurre ad affrontare complicazioni così spiacevoli.
Grazie della riposta comunque dottore e buon lavoro.