Utente 150XXX
Salve Dottore, ho 26 anni e dovrei intraprendere un secondo ciclo di cura con citalopram per curare ansia e attacchi di panico. Il primo ciclo l'ho fatto nel 2011 e finito a Settembre 2012. Vorrei sapere qualcosa sul possibile allungamento del tratto QT che può portare questo farmaco? é facile che succeda? Può essere pericoloso? Al primo ciclo non mi è successo, potrebbe succedere al secondo ciclo di cura? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Se al primo ciclo non è successo (quindi sapeva già della questione e ha fatto l'elettrocardiogramma), perché questa preoccupazione adesso al secondo ?
Cosa potrebbe sapere di più sull'argomento che già non sa ?
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
La preoccupazione nasce dal fatto di non sapere se al secondo ciclo potrebbe presentarsi questo effetto collaterale o no :-) ovvero, questo effetto collaterale se non si è presentato prima vuol dire che su di me non ha questo effetto o è un effetto collaterale che potrebbe presentarsi in qualsiasi momento? Non so se ho espresso bene il concetto Dottore
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Mi sembra una preoccupazione fine a se stessa. "Potrebbe" include la totalità degli eventi in qualsiasi occasione. Per questo effetto in particolare ha già fatto la volta scorsa un controllo, e non c'era. E' una raccomandazione comune alla maggior parte degli antidepressivi, cambierebbe poco usarne uno simile.