Utente 285XXX
Salve,
da qualche mese credo di stare sviluppando un qualche tipo di allergia o intolleranza legata all'alcool, ma non capisco esattamente di cosa si tratti.
Sono una ragazza di 20 anni, e di abitudine non bevo quasi mai alcoolici, al massimo circa due bicchieri in occasioni particolari. Qualche mese fa ho cominciato a notare rossori sul viso dopo che bevevo vino rosso: prima mi succedeva dopo aver bevuto almeno mezzo bicchiere, poi nel tempo la reazione avveniva sempre prima e in modo più intenso, fino a qualche settimana fa, quando qualche minuto dopo aver bevuto una puntina di vino dal bicchiere del mio ragazzo il mio viso si è riempito di chiazze rosse molto evidenti, che sono rimaste per circa un'ora, e mi sono sentita "pesante". Pensavo fosse un'allergia al vino rosso: durante questo periodo, infatti, mi era capitato di bere piccole quantità di altri alcoolici (il classico bicchierino che offrono al ristorante), ma non mi avevano mai dato nessun problema. Qualche giorno fa però, bevendo del rum al miele (che avevo già bevuto varie volte anche in questo periodo senza problemi) mi è successa la stessa cosa, ancora più forte: il mio viso si è riempito subito (ancora prima di finire il bicchierino) di grosse chiazze rosso vivo, fino al collo, e sono stata presa da un senso di pesantezza.
Il rossore si presenta sempre a macchie, non omogeneamente distribuito su tutto il viso (anche se all'inizio si notava molto meno ed era più omogeneo).
Mi chiedo che tipo di allergia/intolleranza possa essere, e che esami sa meglio fare per averne certezza, soprattutto visto che l'intensità della reazione aumenta di volta in volta e confesso di avere un po' di paura che possa sfocia re in qualcosa di più grave.
Forse può esservi utile sapere che non credo di aver altre allergie, al massimo una leggera alla polvere, e che non ho grossi problemi di salute (anche se per fattori genetici potrei essere a rischio di cancro e malattie del cuore). L'unico farmaco di cui faccio uso è la pillola.
Grazie in anticipo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
le manifestazioni che descrive sono imputabili a un'eccessiva "sensibilità" all'alcool, pertanto è possibile inquadrarlo come una forma di intolleranza (non so dirLe quanto l'assunzione di estroprogestinici possa interferire in questo senso).
Di conseguenza dovrà cercare di limitare al minimo il consumo di bevande alcoliche.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
Grazie! Quindi per accertarmene dovrei fare il test delle intolleranze?
Meglio evitare anche cose come dolci aromatizzati con l'alcool e piatti cucinati col vino?
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Non deve fare nessun test.
Dubito che una singola porzione di un piatto realizzato con piccole dosi di alcool possa essere in grado di darLe fastidio; ad ogni modo solo Lei può stabilire soglie di tolleranza (e se e come possano variare in relazione a vari fattori).
Saluti,