Utente 987XXX
Salve,
vorrei sottoporre alla Sua attenzione un dubbio recentemente insortomi. E' da circa un mese (o poco più) che avverto una dolenzìa nella zona sovrapubica, ora più evidente (prima meno), ed ho l'impressione che tolga forza all'erezione; nel frattempo ho ravvisato anche un poco di calo nella libido.
In ultimo posso dirle che ho potuto anche riscontrare una riduzione delle erezioni spontanee (durante la giornata, al mattino la frequenza è più o meno la solita), mentre mi sembra di reagire "correttamente" a stimolazione sensoriale.

Altre notizie che posso darLe sono le seguenti:

1) Dal primo di maggio ho sofferto di maldidenti (per un dente del giudizio che ancora non mi hanno tolto...) ed ho preso un antibiotico (Augmentin) per due settimane tre volte al giorno. Ho in seguito ripetuto la cura per una settimana (27 maggio - 3 giugno) nella modalità di 3 al giorno inizialmente, 2 in seguito.

2) Circa una settimana fa ho avuto il primo rapporto sessuale con una ragazza che sto vedendo e mi è capitato di non essere riuscito a mantenere l'erezione fino alla fine del rapporto (va detto che avevamo bevuto ed erano le 4.30 del mattino).

3) In seguito a quest'esperienza ho provato con la masturbazione: l'impressione, come dicevo, è che la dolenzìa precedentemente accennata "tolga forza" all'erezione. Non escludo che la preoccupazione legata a questo fatto possa influire in qualche modo, visto che il mio stato mentale non è quello più "adatto" alla situazione.

4) Tra il 6 e l'11 giugno sono stato in Spagna ed ho bevuto alcoolici in maggior quantità e più frequentemente del solito.

5) La minzione non è dolorosa, ma mi sembra che ultimamente l'urina abbia un colore giallo più acceso del solito (io bevo molta acqua, quindi spesso la mia urina è molto chiara). Mi pare inoltre di avvertire un poco di "calore" durante la minzione: non forte, né fastidioso, ma insolito ogni volta che si presenta.

6) Soffro di ernia al disco che, in passato, mi ha provocato dei fastidiosi attacchi di sciatica alla gamba sinistra. Potendo essere massimamente sincero, ho molta paura che il mio disagio erettile possa essere causato da questo fatto.

La ringrazio per la disponibilità e la saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'ernia del disco può giuocare un ruolo decisivo in noa disfunzione erettile,per adesso sporadica.A ciò va aggiunto l'alcolismo e,ovviamente,i risvolti psichici che,comunque sono scontati in situazioni simili,anche caratterizzate da una confidenza molto relativa.Consiglierei,anche in caso di un ripristino del benessere sessuale,di cosultare un esperto andrologo per sottolineare,con una attenta diagnosi,i rapporti tra il benessere fisico,lo stile di vita e l'ansia da prestazione.Cordialità.