Utente 300XXX
gentile dottor catani vorre iporle una domanda riguardante la biopsia chirurgica escissionale.e attendibile?le chiedo questo in quanto operatadi un nodulo o ciste mammaria non ho ben capito,avendomi detto il i chirurgo che ha eseguito l intervento che e andato tutto bene ha tolto solo la ciste o nodulo non ha toccato il tessuto circostante.attendiamo l istologico.posso stare tranquilla?il chirurgoha preferito fare questo tipo di intervento perche ho fatto solo l ago aspirato e non la biopsia con,questometodo si procedevaa fare un solo intervento caso mai ci fosse stato qualche anomalia.grazie cordialita

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile signora,

la biopsia escissionale, rappresenta uno dei modi per ottenere l'asportazione del tessuto che sarà oggetto di un approfondito studio anatomopatologico.

il fatto che lei usi il termine cisti accostondalo ad un altro termine come nodulo mi lascia un pò perplesso.

esistono notevoli variabilità di termini utilizzati. inoltre non ho ben capito se lei è stata, oppure no, sottoposta prima della escissione ad un agobiopsia.

il suo medico curante avrà certamente optato per l'escissione, in base a diverse valutazioni come l'esame clinico, seriato, lo studio di imaging eseguito ecografia e/o mammografia, la raccolta dell'anamnesi ed alla risposta dell'agobiopsia qualora l'avesse eseguita.

mi tenga informato riguardo il risultato dell'esame istologico.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
buongiorno dott. catani, mi scuso se le rispondo in ritardo.le invio l esame estemporaneo. lesione solido cistica con caratteir istoplasticii compatibili con neoplasia papillare intrcistica. eventuali aspetti infiltrativi da valutarsi su sezioni stabili ,dopo campionamento della lesione in toto.diagnosi proliferazione intraduttale solido papillare coerente concarcinoma papillare intraduttale.indenni i margini di resezione chirurgica.esame macroscopico un frammento solido cistico di cm 1,4 di asse maggiore.incluso in toto.vorrei capire perche nell arco di tempo di due mesi dopo un istologico c3 negativo emazie, stroma fibroso,lembi di epitelioiperplastico,alcuni nuclei nudi bipolari,rare cellule epiteliali dismetriche no cellule maligne,rimango basita dalla diagnosi data dopo l intervento non.sono stata sottoposta ad agoapsia prima perche i medici che mi hanno seguita per lo screening mammografico avevano ritenuto opportuno non toglierlo basandosi sul citologico mi avevano detto che poteva essere un vecchio fibroadenoma ..volendo sentire un altro parere mi sono rivolta ad una clinica privata, consigliata dalla senologa e chirurgo,dellaclinica ho subito l intervento .mi scusi ma in questa storia non ci vedo chiaro,e poi quando la senologa della clinica mi ha fatto l ecografia non ha visto che era un carcinoma intracistico?la diagnosi ecografica e la seguente nodulo fibroso ipomobile non ben definito cui ecograficamente .corrisponde nodulo bilobato dimm 1o per 12 .sono tranquilla perche mi hanno detto di non preoccuparmi in quanto non era infiltrante per cui non devo fare nessuna cura solo controllo a sei mesi.secondo lei c era tutta questa fretta a toglierlo? mi spiega perfavore che cosa avevo e se posso stare tranquilla? loro ,i medici mi sono parsi un po spicciativi alle domande ch ho posto loro.grazie cordialita