Utente 708XXX
Da diversi anni soffro di insufficenza venosa soprattutto alla gamba sinistra, ma ultimamente i problemi sono peggiorati. La gamba si gonfia molto di più, ho dei dolori soprattutto vicino alla caviglia, per non parlare del fattore estetico, ho la parte interessata che è tutta un livido, e per il quale porto sempre i pantaloni, trovo un po' di sollievo solo se porto le calze elastiche a 140 den. Ho eseguito un ecodoppler per valutare il quadro della situazione del quale riporto il referto:

<Circolo venoso profondo pervio, ben comprimibile e dotato di una buona fasicità respiratoria e privo di reflussi patologici.
Osti safeno femorali pervi e continenti alle manovre di attivazione in ortostatismo; reflusso tronculare safenico di coscia dx; perforante del III° inf. Di gamba sn. incontinente.
Ostio safeno - popliteo incontinenti a sinistra.>

Sto' assumendo delle compresse di alven 1 dopo colazione e cena, e flebostasin R 1 cpr. dopo pranzo.
Da assumere per 15 gg dopo sospensione di 10 gg ripetere per tutta l’estate.
A questo punto vorrei un parere, è necessario un'intervento oppure è possibile una cura più adeguata? E se è necessario l'intervento, mi risolve il problema del dolore e del gonfiore? Grazie mille.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Utente 708XXX

Iscritto dal 2005
La ringrazio molto per il suo consiglio, sicuramente lo seguirò, anche se ho un po' paura, più che altro è l'anestesia che mi spaventa, in special modo in questo periodo che sono un po'ansiosa. Che tipo di intervento dovrei subìre? A cosa si riferisce con " condizioni di vita regolata"? Che tipo di consigli dovrei seguire?
Grazie ancora.