Utente 302XXX
Salve, a mia madre le e' stata eseguita una pneumonectomia dx+linfoadenectomia nel dicembre 2012 (per un adenocarcinoma polmonare stadio 3 B),preceduta da chemioterapia e a marzo radioterapia post-'intervento. A fine aprile ha eseguito Tac di controllo ed e' risultata essere libera da malattia. Spesso pero', soprattutto in quest'ultima settimana, ha avuto abbassamenti di voce, difficolta' respiratoria e rumorosa (le e' stata misurata l'ossigenazione polmonare che risulta al 98% quindi regolare) e riferisce di avere sensazione di irritazione all'esofago o trachea. Ha eseguito stamane rx torace ed e' stato rilevato quanto segue:

Esiti pneumonectomia dx. Punti metallici in paramediastinica dx. Calcificazione pleurica alla base di dx. sollevato l'emidiaframma di dx. Stirata verso dx la trachea. Bene espanso il campo polmonare di sx. Cuore nei limiti. Aortosclerosi.

Il fastidio potrebbe essere dovuto a causa della trachea stirata verso dx? Quale potrebbe essere la causa dello stiramento della trachea?
Ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Andrea Denegri
24% attività
0% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,

i fastidi lamentati da sua madre sono compatibili con l'esito dell'intervento subito.
Lo stiramento della trachea è la normale evoluzione della pneumonectomia. L'organismo tende a rimpicciolire il cavo ormai senza polmone. Il segno più evidente è la deviazione-stiramento della trachea spesso seguito dalle sensazioni di irritazione all'esofago.
Successivamente comunque si avrà una ulteriore stabilizzazione del quadro.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dr. Denegri, ho dimenticato di aggiungere che tra i sintomi compare a periodi anche una tosse secca. Anche questo potrebbe essere dovuto al tipo d'intervento?