Utente 151XXX
Salve, in seguito a qualche dolore inguinale in prossimità della base del pene mi sono recato da un Urologo, il quale ha scoperto che ho una punta d'ernia bilaterale e un varicocele al testicolo sinistro di I grado apprezzabile solo con la manovra di Valsalva.
Lui mi ha consigliato di sottopormi ad una ecografia scrotale con ecodoppler dei vasi spermatici e ad una ecografia dei fasci inguinali, nella quale oltre al varicocele a sinistra, si è notato che all'interno il testicolo destro presenta una lesione nodulare solida, ipoecogena, del diametro massimo di 8mm, situata in sede centrale e caratterizzata da fini calcificazioni puntiformi, detta lesione non presenta significative afferenze vascolari, ma mi viene suggerita l'opportunità della verifica istologica. Allora l'urologo mi ha consigliato di fare alfafetoproteina e beta-hcg, i quali sono nella norma, ho eseguito anche uno spermiogramma nel quale risulta normozoospermia.
Sono preoccupato quindi per il nodulo, non sapendo di cosa si possa trattare e se esso deve essere necessariamente rimosso o visti i risultati di tutte le analisi posso stare un po più tranquillo.
Lunedì mi vedrò con l'urologo ma sono molto preoccupato e vorrei qualche delucidazione in merito.
Grazie mille,
Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

premesso che la visione dell'ecografia è fondamentale per decidere come procedere, in linea di massima se esiste il sospetto di una degenerazione è consigliabile una esplorazione chirurgica estemporanea con valutazione istologica dove i markers servono solo a completare la stadiazione ma sempre a fronte di un esame istologico.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per la sua risposta, ma ci sono possibilità che possa essere un tumore maligno? O già da questi esami si può escludere? Inoltre anche essendo un nodulo, il testicolo va necessariamente asportato?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

se le ho consigliato una esplorazione chirurgica, le possibilità ci sono, mentre i markers, come già le ho detto, servono per completare l'eventuale stadiazione . Sulla possibilità di asportazione del testicolo sarà l'istologico a confermarne o meno l'esecutività.

Ancora cordialità
[#4] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Salve Gentilissimo Dr. Maretti sono stato operato giorno 9 settembre, fortunatamente il risultato dell'istologico è stato negativo e quindi il testicolo è stato riposizionato in sede, inoltre mi è stata effettuata anche la circoncisione perchè in erezione si formava un anello sotto il glande.
Vorrei chiederle quando è possibile tornare ad avere rapporti sessuali, e quando posso tornare a svolgere attività fisica, in particolare pesistica.
Inoltre vorrei sapere se è normale (questo per quanto riguarda la circoncisione) che nella parte superiore del pene dove c'erano i punti avverto al tatto come una "pallina dura" sotto la pelle.
Grazie,
Cordiali Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

direi che può tornare a svolgere attività fisica da subito, mentre per i rapporti sex deve valutare in base alla avvenuta cicatrizzazione e quindi all'assenza di fastidi o doloretti durante l'atto sex, mentre per la pallina dura potrebbe trattarsi di un residuo da post-intervento da valutare con il suo operatore.

Un cordiale saluto