Utente 309XXX
Buongiorno,

L''aorta dilatata a 47 mm con una pressione bassa e la valvola bicuspide indica di eseguire a breve l''intervento?

Se la persona non ha sintomi tipo affanno ecc.. indica che la stenosi valvolare non è ancora severa corretto?

L''intervento può essere effettuato con la tecniva percutanea oppure con la tradizionale?

Attendo al più presto un Vostro riscontro in merito.

Grazie e saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei ci sopravvaluta.
DI quale sta paziente sta parlando: eta', patologie concomitanti, risultati ecografia cardiaca( gradiente transvalvolare aortico, grado di insufficienza, funzione ventricolare sinistra..etc), terapia in atto, che significa "pressione bassa?"etc.etc.
Siamo bravini qui a Medicitalia, ma certo non possiamo raccomadare un intervento ad una persona della quale non conosciamo niente
arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
Pressione 120/70

FE 55% dilatazione dell'aorta 47 mm (da 45/46 a 47 in 16 mesi).Insufficienza aortica stimata grado I I I (3°):ancora doppio reflusso:tutto il LVOT è occupato dal jet retrogado ed il PHT varia da 389 a 640 msec.

Con questi dati può rispondere alle mie domande?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il paziente va operato.
Per cio' che concerne il tipo di intervento ed il tipo di valvola questo dipende molto dalle immagini della aortografia e dalla eventuale coronarografia.
Le valvole possono essere biologiche, meccaniche o da cadavere; a seconda del diametro dell'aorta ascendente (visibile alla aortografia o ad un TC) puo 'essere necessario un intervento anche di sostituzione dell'aorta ascendente con tubo valvolato.
MA le consiglierei di prendere contatti con la cardiochirrugia a lei vicina.
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
va sostituita l'aorta ascendente.

Visto il doppio intervento da fare questa aumenta la sua complessità corretto?

L'assenza di sintomi dipo fatica nel respirare e affanno è un buon segno?

L'intrevento è rischioso o sta diventando di routine?

la ringrazio anticipatamente
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Che vado sostituita è uma sua opinione.
È probabile che vada eseguito un intervento di Bentall ( tubo valvolato) ma questo si puo stabilire dopo aver potuto visionare tutti gli esami.
L intervento nei centri cardiologico pubblici è routinario e sicuramente nella sua regione ne avra' u o
Arrivederci
[#6] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
No era una domanda se va sostituita la'aorta.Mi sono dimenticato il punto di domanda.

L'intervento di Bentall in cosa consiste?

Si fa per via percutanea o con metodo tradizionale?

Grazie per le risposte!
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Consiste nella sostituzione dell aorta ascendente con un tubo valvolato,e reimpianto delle coronarie.
La tecnica percutanea per quanto allettante è gravata da rischi elevati ed è consigliata solo per quei pazienti che hanno riachio anestesiologico elevato.
Arrivederci
[#8] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi ultima domanda,

Reimpianto delle coronarie cosa significa?
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se la dilatazione aortica, come spesso accade, interessa anche il bulbo dove prendono origine le arterie coronarie dx e sin, queste vengono " staccate" dal pesszo di aorta che viene installato, e reimpiantate sul tubo di dacrin.
Arrivederci
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
Questo aumrnta la difficoltà dell'intervento?
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In mani esperte è un intervento di routine.
La saluto
Cecchini
[#12] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio per la Sua disponibilità e cortesia

Saluti