Utente 238XXX
Salve, da tempo presento sul glande dei piccoli puntini bianchi di piccole dimensioni, vicini tra loro che inizialmente si presentavano solo intorno al frenulo (sottovalutandoli non avevo fatto alcuna visita) mentre attualmente si estendono dal frenulo all' orifizio esterno (quindi sul glande in questo tratto) e coprono anche parte del prepuzio che è in contatto con la corona del glande a pene coperto da prepuzio (quindi NON sulla corona del glande). Dopo visita dermatologica da dermatologo-venereologo ho eseguito un tampone balano prepuziale che ha evidenziato la presenza di enterococcus faecalis. Dopo la terapia di 3 settimane con antibiotico (ampicillina) e pomata con vitamina E, la situazione dei puntini non solo non è passata ma è addirittura peggiorata. A breve ripeterò tampone e effettuerò test per virus HPV (sulla ricetta il medico ha scritto pap test, ma parlando e prendendo appuntamento in andrologia, da quel che ho capito si tratta di brush test, il cui campione verrà inviato in anatomia patologica per la risposta). Nel frattempo vorrei sapere cosa potrebbe essere e se vista la terapia dimostratasi inefficente, il problema cutaneo fosse risolvibile o meno e come.

Grazie in anticipo
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

dalla sua storia anche se particolareggiata non riusciamo a fare una diagnosi infatti in questi casi è indispensabile vedere direttamente di cosa si tratta, tuttavia prima di procedere con spatolatura per ricerca HPV consiglierei di valutare l'area interessata con tamponature di ac. acetico che nel caso fosse presente il virus farebbero virare il colore della mucosa e quindi confermerebbero l'infezione.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta e per il consiglio, il "problema" è che ho già fissato appuntamento a breve per la spatolatura per ricerca HPV e a pochi giorni di distanza il tampone. C' è un particolare motivo alla base di questo suo consiglio di otpare per l' alternativa dell' acido acetico? Inoltre può dirmi se il "brush test" (credo sia questo) fatto pochi giorni prima dal tampone (per cui so che non devo assumere antibiotici o utilizzare pomate locali) può influire alterandone il risultato? Sempre a riguardo, esistono altri tipi di sostanze da non utilizzare per non alterare il risultato del tampone che dovrò ri-effettuare? Sto utilizzando Zolpidem tartrato in gocce per via orale (per dormire) è per caso fra questi?

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
il motivo è nel costo dell'esame infatti potrebbe avere un razionale solo dopo selezione dell'area da spatolare che appunto si delimita con l'ac. acetico, mentre sulle modalità senta il suo specialista così come per l'assunzione del farmaco che ci ha citato che personalmente non ritengo possa interferire sul risultato.

Ancora cordialità
[#4] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno.

Stamattina sono andato all' appuntamento con l' andrologo, il quale ha deciso di non farmi fare il cosidetto "brush test" per la ricerca del virus hpv, causa la scarsa affidabilità di questo esame. Ha invece optato per la scelta di farmi un tampone oltre che la raccolta di liquido seminale (per questo secondo esame ero rimasto inizialmente spiazzato, dato che non sarebbe dovuto essere il test che credevo di andare a fare) per la ricerca del virus. Oltre a ciò, visitandomi, mi ha detto che a suo parere "non c' entra nulla l' HPV nè lo ...........(?) (non sono sicuro del termine che abbia usato ma CREDO sia steptococco, mi corregga pure), credo invece si tratti di un lichen". A giorni farò il tampone balano-prepuziale (il secondo, dopo la terapia che le ho descritto in precedenza) per la ricerca di miceti ecc. in microbiologia.
Vorrei chiederle, nel caso si dovesse trattare di "lichen", quali sono i problemi che la cosa comporta, le possibili cure e i relativi tempi di guarigione.

Grazie in anticipo
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

già può essere difficile una diagnosi dopo una visita , pensi dopo un colloquio telematico dove prima si parla di HPV e poi di lichen, direi che serve una diagnosi certa e poi si potrà parlare di eventuali terapie.

Ancora cordialità