Utente 290XXX
Salve,vi scrivo per un linfonodo ingrossato che ho riscontrato a marzo nell'inguine sinistro, così verso fine aprile decido di sottopormi ad un ecografia che ne ha riscontrati due :uno di 11 mm e l'altro di 6 mm,ma di natura reattiva... Sia l'ecografo che il medico di base hanno detto che non è nulla, anzi l'ecografo ha detto che non c'è nulla di cattivo e il medico di base di ripetere l'eco fra sei mesi...
Io li palpo in continuazione ma ne sento solo uno, forse quello di 11 mm che quasi sicuramente non si è ingrossato da quando ho fatto l'eco, ma è normale sentirlo ancora? E le dimensioni rientrano nei parametri di normalità? Sono rilevanti dal punto di vista oncologico? Le analisi del sangue sono nella norma,ho fatto anche il test dell'epatite e hiv e sono risultati negativi...
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,

la presenza di linfonodi palpabili all'inguine è evenienza piuttosto frequente, soprattutto in soggetti magri.
Le stazioni linfonodali in quella sede compartecipano alle affezioni di tipo infiammatorio dell'arto inferiore, della parete addominale inferiore, della regione glutea-perineale e dei genitali esterni. Le dimensioni e la storia clinica che riferisce sembrerebbero avvalorare questa possibilità, mentre un esame clinico (visita locale e generale) potrebbe certamente offrire qualche elemento in più di valutazione.
In caso di dubbio esiste la possibilità di una qualche definizione morfologica mediante esame ecografico (da Lei già praticato) e, come ulteriore accertamento, la tipizzazione istologica.
[#2] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi Dottore,
come Le ho detto prima sia il medico curante che l'ecografo non hanno ritenuto il caso di fare ulteriori accertamenti... Questo è uno di quei casi in cui si effettua l'esame istologico? Mi consiglia di andare da un altro medico? O di stare a ciò che dicono quelli già consultati? grazie
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Io ho scritto "in caso di dubbio"
I Colleghi che l'hanno osservata dal vivo non mi sembra ne abbiano avuti.
[#4] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Ok,mi scusi...Infatti loro sono stati chiari e concordi...
Scusi le ultime domande,ma è "normale" a distanza di mesi averlo sempre lì senza che aumenti o diminuisca? Toccandolo in continuazione si infiamma?
Mio fratello che ha 25 anni ne ha uno di 2 mm al collo e e all'inguine di 10 mm,ma da sempre,cioè da quando è piccolo e hanno detto che ormai non regrediscono più e sono innocui...Quindi può essere che anche io l'abbia sempre avuto e mai accorta? Infatti quando l'ho riscontrato è stata la prima volta che mi palpavo...
Grazie e scusi ancora
[#5] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Le spiegazione che Le sono state date, anche riguardo Suo fratello e sempre con i limiti della valutazione a distanza, sembrerebbero corrette e condivisibili.
Il mancato incremento delle dimensioni in un congruo periodo di tempo è senz'altro un elemento tranquillizzante.
Meglio evitare ripetute inutili palpazioni e sottoporsi ad un periodico controllo.
[#6] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio ancora...Sicuramente prima di agosto faro' un'altra ecografia.
Cordiali saluti!!!
[#7] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Potrebbe esere sufficiente un preventivo controllo clinico (visita).
[#8] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Ok! La ringrazio ancora... Cordialmente!
[#9] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Salve Dottore,
a Luglio ho eseguito nuovamente l'ecografia,dalla quale risulta: presenza di piccoli linfonodi in sede inguinale con ili ben rappresentati di natura reattiva,il più grande a sinistra di 9 mm e a destra di 8 mm,l'ecografo mi ha detto di ritornare tra un anno...La settimana scorsa ho eseguito gli esami del sangue ,nella formula leucocitaria sono risultati i neutrofili 38.7% con un range minimo del 40% e i linfociti 50.5% con un range massimo del 50%,e nel quadro proteico è risultata l'alfa 2: 15.5% con un range massimo del 14.5%... Tutto il resto nella norma,anche i globuli bianchi(7001 u/mcl con range 4600 - 10500)...
Anche se il linfonodo di 11 mm è diminuito,è ancora il caso di preoccuparsi? Queste analisi possono essere collegate ai linfonodi,nonostante la formula mi sia sempre risultata normale in precedenza?
può dipendere dalle condizioni climatiche e sbalzi di temperatura?
Quando mi riconsiglia di ripetere le analisi?
La ringrazio e mi scusi per il disturbo
[#10] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
In linea di principio esami ematochimici alterati (nel Suo caso di poco) vanno ripetuti.
Per il resto, a distanza non posso che confermare quanto già scritto.
[#11] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Lei ritiene che siano collegati questi esami del sangue e linfonodi?
In generale è positivo che tendano a ridursi i linfonodi e non ad aumentare?
Ritiene che questo sia un buon periodo per effettuare le analisi del sangue?
grazie