Utente 689XXX
Gentili medici
in seguito ad ecodoppler hanno riscontrato alla mia gamba sinistra una grave insufficienza circolatoria consigliandomi l'asportazione della safena. preferirei la tecnica laser, ci sono qui in puglia ospedali che adottano questo tipo di intervento? posso sapere che ne pensate dell'ozonoterapia.
grazie infinite per il vostro lodevole servizio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
la possibilità di effettuare la coartazione endovasale della safena (EVLT ovvero "laser" per i più) esiste ormai in molti centri di chirurgia vascolare.
Non tutte le insufficienze venose, tuttavia, traggono giovamento da questo tipo di tecnica, il cui impiego non può prescindere, innanzitutto, dalla possibilità di incannulare il vaso che deve essere strutturalmente integro. Oltre a ciò, altri parametri vengono considerati durante l'esecuzione dell'EcoColorDoppler preoperatorio, che va quindi effettuato preferibilmente dallo stesso chirurgo che proporrà il tipo di trattamento più adatto allo specifico caso.
I trattamenti farmacologici, indipendentemente dal tipo di farmaco, agiscono migliorando in modo non prevedibile le dinamiche di circolo, soprattutto a livello di microcircolazione. Una safena con "grave insufficienza circolatoria" non guarisce con i farmaci; semplicemente, se non si accetta l'intervento chirurgico, l'uso di alcuni farmaci permette attenuare i sintomi correlati alla patologia di base.
Cordiali saluti. R. Curci
[#2] dopo  
Dr. Salvatore Ferrari Ruffino
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
gentile utente,
la risposta alla sua domanda è sicuramente si....
concordo con il collega quando giustamente dice che necessita proma una valutazione specialistica del caso, perchè non tutte le safene possono o comunque meritano di essere trattate con il laser....comunque al dilà di questo per rispondere alla sua domanda le posso dire che in Italia esistono 14 centri che fanno più di 100 interventi l'anno con il laser e solo 1 che ne esegue più di 2000 ed è l'istituto flebologico italiano con sede a ferrara.
è vero che ormai è una pratica nota ed utilizzata in diversi centri ma ritengo che l'esperienza sia fondamentale...come un pò in tutte le cose . la invito pertanto a giudicare lei stesso e se vuole a consultare il sito dell'Istituto o anche a contattarmi via mail
www.istitutoflebologico.it
ferrari@istitutoflebologico.it
[#3] dopo  
Dr. Christian Baraldi
20% attività
8% attualità
8% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
concordo con i colleghi. Io opero anche in Puglia ed effettuo la metodica ELVeS (EndoLaser Vein System, www.elves4u.it). Se ha bisogno di un consulto specifico può contattarmi via email all'indirizzo: cbaraldi1@hotmail.com
Distinti saluti,
Christian Baraldi
[#4] dopo  
Dr. Domenico Carbone
16% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
il mio consiglio è di cercare un buon flebologo, che abbia buona esperienza di chirurgia flebologica, di scleroterapia ed eventualmente anche di terapia laser come sopra riportato, e farsi consigliare quella che nel suo caso è più adatta.
[#5] dopo  
Dr. Pietro Mingazzini
24% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Geentile Signora
una vena safena insufficente può essere trattata con metodo chirurgico tradizionale oppure mediante tecnica Laser o con le Radiofrequenze.Mio consiglio è quello di non ostinarsi su di una tecnica particolare,quanto di optare per un professionista esperto. Sono certo che validi chirurghi vascolari abbondino anche in Puglia,e che non debba crearsi complicazioni per una patologia cosi' comune.Chiederei,visto che è di Bari, una consulenza presso la chrurgia vascolare della sua città.
Cari saluti
Pietro Mingazzini
[#6] dopo  
Dr. Mario Forzanini
24% attività
0% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2002
l'indicazione al trattamentio laser endovascolare della safena ha percetnuale varioabili tra il 20 e il 60 % dei casi, a seconda dei centri. Ciò è dovuto a variabili anatomiche delle sedi di reflusso, a diametri ed altre variabili che ne condizionano la fattibilità.
Un buon ecodoppler è fondamentale per dirimere ogni dubbio.
In Puglia non conosco centri personalmente, ma in ogni regione dovrebbero esserci sicuramente centri di laser terapia endovascolare della safena, anche in regime di convenzione.