Utente 309XXX
Salve, scrivo per una questione che riguarda il mio compagno, ma non solo...
Ha 27 anni ed ha subito un trapianto renale tre anni fa, dopo cinque anni di dialisi.
Da due mesi abbiamo iniziato a cercare una gravidanza e anche se so che è presto per iniziare a preoccuparsi non posso non avere qualche timore.
Ho notato che il suo liquido seminale è scarso ma non vorrei infierire su di lui dopo tutto quello che ha passato. La quantità dello sperma è indicativa riguardo la fertilità/ infertilità maschile?
Potrebbe dipendere dai farmaci usati (ciclosporina)?
So che probabilmente una visita andrologica sarebbe la migliore soluzione ma non ho il coraggio di porre a lui il problema ( lui non sembra preoccupato dal fatto, non ne ha mai fatto menzione)
Scusate se ho posto delle domande sciocche,
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,l'insufficienza renale ed il trapianto renale,con le terapie immunosoppressive etc. possono incidere negativamente sul potenziale di fertilità del maschio.Non posso credere che non abbia eseguito esami seminali,ecografici,ematochimici e quantaltro possa avere una pertinenza con la patologia renale e i risvolti sull'apparato genitale,riproduttivo e sessuale.Ci aggorni dopo la diagnosi andrologica.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
Grazie della risposta rapidissima
Non ha ancora eseguito nessun genere di esami perché tutti continuano a dirci che solo dopo un anno di tentativi è necessario farli!! Ma perché aspettare così tanto data la sua situazione?!
Grazie ancora!!