Utente 746XXX
Gentile Prof. Martino,
La contatto in merito ad un piccolo problema che ultimamente mi preoccupa. Le spiego. Durante il rapporto sessuale mi sta capitando di non avere la necessaria erezione. Nono sono un esperto di termini tecnici, ma noto di non avere il glande completamente libero, nel senso che ho ancora una pellicina congiunta alla pelle esterna del pene. Altre volt invece mi capita un'erezione sostanziosa, ma quando sono per svolgere l'atto, non è assolutamente soddisfacente.
Spero che lei mi possa aiutare. Avrei molta diffioltà sia a parlare in famiglia che con il medico di base. Per eccessivo pudore. Li conosco bene.
Se lei potesse dar,i una mano le sarei infitamente grato.
Spero che non sia nulla e tutto si possa risolvere.
Saluti
E

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro Lettore 7463,
il suo problema va affrontato con l'aiuto di un medico
non abbia timore a confidarsi con il suo Medico di base
Comunque non credo che la "pellicina" possa essere il motivo della sua non idonea erezione
Forse sono opportuni accertamenti specifici
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei è stato abbastanza preciso nel descrivere i Suoi sintomi. Da quello che mi dice, beninteso con il beneplacito del dubbio legato al mezzo che stiamo adoperando cioè internet, io direi che la Sua comprensibile apprensione non debba necessariamente trasformarsi in ansia.
Credo si tratti o di un frenulo (o filetto) troppo breve e anelastico oppure di fimosi. Nel primo caso tutto si risolve con un intervento semplice (ma non banale) di plastica di allungamento del frenulo. Nel secondo caso, cioè in presenza di una impossibilità a scoprire la testa del pene (o glande) per la eccessiva ristrettezza della pelle che lo ricopre, sarebbe necessario un intervento di circoncisione. Anche questo di routine ma non banale.
Di certo il primo passo sarebbe una semplice visita presso il Suo medico di fiducia, cioè il medico di base, cioè un medico con cui Lei dovrebbe avere un rapporto amichevole e senza reticenze o pudori.
Mi acccorgo, da quello che Lei fa trasparire fra le righe della mail, che così purtroppo non è. Non è questo il momento di capire come si sia giunti a questo punto.
Confidarsi in famiglia, beh, direi che Lei non è di certo un adolescente o un minorenne, quindi se decide di non percorrere questa strada avrà le Sue buone ragioni.
Che dirLe, anzi mi dica Lei come posso aiutarLa nel modo migliore. In fondo Roma non è poi così lontana :o)
Davvero affettuosi auguri per la pronta risoluzione del Suo problema, che merita attenzione ma non eccessiva preoccupazione.
Un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO