Utente 310XXX
Salve
Scrivo per un consulto. Sono un ragazzo di 18 anni e circa 4 anni fa mi è stata 'diagnosticata' la 3 classe scheletrica. Il mio ortondonzista ha provato ad evitare l'operazione chirurgica rimuovendomi dei denti e mettendomi 2 apparecchi fissi (il primo per allargare il palato e il secondo per l'allineamento dei denti) in una terapia di 3 anni. Una volta rimosso l'apparecchio sembrava tutto risolto. Un anno fa mi sono accorto che qualcosa non andava, ho cambiato ortondonzista e quello nuovo mi ha detto che dovrò iniziare un altra terapia che porterà all'operazione chirurgica. Mi sono accorto, inoltre, che il mio viso è abbastanza asimmetrico avendo uno zigomo piatto e un altro 'gonfio' che mi provoca molto disagio. Vi ho scritto per chiedervi se con la normale operazione per la 3 classe questo problema degli zigomi verrà risolto e se non, cosa potrei fare al riguardo.
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carmine Taglialatela Scafati
24% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
salve, la terza classe scheletrica, non sempre è risolvibile con la sola ortognatodonzia, che per avere un margine di successo maggiore, deve cominciare in tenera età, verso i 5-6 anni. Mi sembra invece che lei abbia cominciato molto più tardi. Attualmente all'età di 18 anni, la terapia è sicuramente chirrugica, preceduta da un trattamento ortodontico definito inverso, cioè contrario a quello che le è stato fatto. Per la questione zigomi, si deve valutare la discrepanza della simmetria, ma icuramente si può fare qualcosa.