Utente 310XXX
Salve, sono incinta a 31 settimane. Da quando ero piccola ho sempre avuto un lipoma nella pancia, circa 4 dita sopra l'ombelico, il medico di famiglia mi disse che si trattava appunto di un lipoma e che se non mi avesse dato fastidio di lasciarlo li. Sono rimasta incinta e insieme alla pancia è venuto fuori anche questo lipoma. Ha iniziato a dai fastidio, specialmente la sera dopo aver cenato o dopo che mi ero un po affaticata, ma non ho dato peso alla cosa, pensavo che fosse il bimbo che crescendo, dava dei calcetti proprio li! Venerdi invece, dopo un piccolo sforzo, ha iniziato a farmi molto male, ho provato ad andare a letto, cosa che di solito mi dava sollievo, ma il dolore aumentava. Sudavo e avevo conati di vomito. Mi sono fatta accompagnare al pronto soccorso, con questo dolore, circoscritto alla zona del lipoma, che non mi faceva ragionare. In ospedale mi hanno per prima cosa spedita in ginecologia, ecografia
Interna ed esterna, tracciato, tutto a posto. Flebo di tachipirina, come se mi avessero iniettato acqua, non mi ha fatto niente. Mi riportano in ps generico, analisi del sangue, dovevo aspettare i risultati per poter vedere un chirurgo. Alla fine dopo due ore di dolori lancinanti , arrivano gli esiti degli esami del sangue con un chirurgo che, accorgendo si che si tratta di un ernia epigastrica sotto al lipoma, mi rimette dentro l'ernia manualmente! E in effetti il dolore passa quasi subito. Adesso le mie preoccupazioni sono:
1. Si strozza facilmente questo tipo di ernia?
2. Che accorgimenti devo avere, essendo in gravidanza, riguardo a mangiare, camminare e fare le scale??
3. Il bambino si accorge del mio dolore?
4. Se dovesse uscire ancora devo essere operata? E se si in gravidanza è rischioso questo tipo d'intervento?
5. È preferibile stare a letto o va bene anche il divano??
6.quali sono i rischi per il bambino in caso di operazione??
Il ginecologo ha detto che se dovesse uscire ancora, va rimessa dentro manualmente perché in gravidanza non si operano le ernie, ma se si strozza tutto si complica.
Ovviamente prenderò appuntamento col chirurgo che mi ha visto in ps, ma nel frattempo ho necessità di avere risposte alle domande poste.
Mi scuso per la lunghezza del post, e per la quantità di domande, ma volevo essere chiara per avere risposte precise.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
No, per fortuna puo' succedere ma non facilmente.
Sostanzialmente nulla di particolare per prevenire l' eventuale complicanza
Non lo so.
L' eventuale intervento in gravidanza va fatto solo in caso di urgenza indifferibile e sicuramente, pur trattandosi di una procedura non complessa, non è esente da complicanze.
Porti a termine tranquillamente la gravidanza e successivamente si pensera' alla riparazione dell' ernia in condizioni ideali.
Auguri!
[#2] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la celerità della risposta. Ovviamente mi sono dimenticata di chiederLe una cosa: la pancia che ancora deve crescere influisce negativamente sul l'ernia?? E il fatto che il lipoma con sotto l'ernia sia molto in fuori è un segno che possa infiammarsi più facilmente??
Grazie ancora.
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No e no. Prego
[#4] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2013
Grazie.