Utente 219XXX
buongiorno dottore…nella giornata di ieri mia sorella ha accusato stanchezza e problemi offuscamento vista…quando l’abbiamo portata al pronto soccorso ha avuto anche una crisi epilettica, i medici subito le hanno fatto tac e risonanza magnetica con contrasto...
dagli esiti della tac e rm risulta quanto segue: rm encefalo senza e con m.d.c
indagine eseguita in tecnica se,fse,dwi anche con soppressione del grasso,con immagini t1w e t2w secondo i piani assiali,coronali e sagittali prima e dopo mdc paramagnetico per ev (5 ml di gadovist)
in sede occipito-parietale parasagittale posteriore sinistra si conferma lesione espansiva tondeggiante delle dimensioni massime di 3.7cm a pareti regolari senza apparenti aspetti infiltrativi e che pare dislocare anteriormente e lateralmente in parenchima celerale adiacente,che presenta segnale lievemente ipointeso in t1 e lievemente iperinteso in t2 rispetto al parenchima encefalico; centimetrica 1.7cm area ad aspetto necrotico colliquativo centrale alla lesione stessa.
dopo mdc si osserva marcato omogeneo enhancement lesionale se si esclude la regione necrotico colliquata piu centrale.
si segnala minimo dural tail,osservandosi un possibile impianto durale sul versante anterolaterale sin del terzo posteriore del seno sagittale superiore. lieve ectasia parafisiologica delle vene corticali adiacenti alla lesione stessa. minimo edema perilesionale si segnala in sede antero-caudale.
sistema ventricolare sotto e sovratentoriale di normale morfovolumetria.
regolare il corpo calloso e la regione infundibulo-ipoisiaria.
pervi i principali seni venosi durali intracranici.
non altri enhancement di rilievo in sede sovra e sotto tentoriale.
in constatazione dei dati clinico ananmesi e dei rilievi rm della lesione occipito-parietale parasagittale posteriore sinistra(sede,scarsissimo edema perilesionale in relazione alle dimensioni della lesione stessa,verosimile impianto durale e arcato omogeneo contrast enhancement di tutta la lesione ad esclusione della porzione necrotico colliquata centrale,pareti regolari ed assenza di aspetti infiltrativi a carico dei territori parenchimali adiacenti) il rilievo depone in prima ipotesi per una lesione extrassiale tipo meningioma della convessita.
opportuno comunque ulteriore inquadramento clinico specialistico ed eventualmente diagnostico al fine di escludere eziopatogenesi differenti,anche di altra natura e classificazione…
MI PUO DARE DELUCIDAZIONI? è grave? puo essere risolto con intervento chirurgico, ma sopratutto a palermo esistono ospedali che possano risolvere il problema?
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egr. signore,
la patologia emersa è di competenza neurochirurgica, per cui deve condurre Sua sorella presso un Neurochirurgo al più presto.
Se si tratta di meningioma, questo è un tumore benigno, ma è necessario toglierlo,
A Palermo esiste il reparto di Neurochirurgia.

Cordialmente e auguri