Utente 305XXX
a seguito di intevento inerente ernia bilaterale e varicocele effettuato in laparoscopia a febbraio del c.a. continuo ad avere dolori all'inguine. a seguito di ecografia che non ha rilevato nulla, mi è stata indicata dal curante una risonnza magnetica.
questa ha dato il seguente esito:
"All'origine del canale inginale dx di 30x41mm, con associata disomogeneità ed inbibizione della porzione inferiore del m retto addominale omolaterale e dela tessuto adiposo sottocutaneo, tutti modicamente e disomogeneamente potenziatisi dopo mdc, con presenza multipli linfonodi superficiali e profondi delle dimensioni max di 20mm; tali reperti appaiono di non univoca interpretazione potendosi riferire in prima istanza a fenomeni flogistici postchirurgici non potendosi escludere la possibilità di esuberanti esiti. Si associa severo idrocele omolaterale.
Reperti analoghi di entità edecisamente minore, che non coinvolgono le strutture superficiali si evidenziano anche all'origine del canale inguinale sn. Alcuni linfonodi inguinali anche da questo lato. Non idrocele omolaterale.
Non ulteriori aspetti patologici alle strutture comprese nell'indagine, non liquido pelvico.
Necessaria rivalutazione chirurgica."
attualmente il medico curante mi ha prescitto 6 punture di antibiotico ritenendo che è solo una grossa infiammazione. Vorrei sapere di cosa trattasi non conoscendo pervfettamente cosa sono i linfonoduli e se curabile senza ulteriore intervento chirurgico.
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Difficile dirlo con solo questo elementi. Le nevralgie post ernioplastica possono essere un problema banale o molto serio. Segua comunque le indicazioni del suo medico e, in caso di persistenza, è opportuno la veda un chirurgo con esperienza nel campo per un approfondimento diagnostico e la terapia migliore.