Utente 305XXX
buonasera vorrei sottoporvi il mio holter ecg ritmo sinusale frequenza tra 40/100 min con conservato ritmo circadiano un episodio notturno di fibrollazione atriale transitoria durata 3 min con freq. ventricolare minima di 34/min circa 1000 extrasistoli sopr ventricolari anche ripetitive 16 extrasistoli ventricolari non alterazione significative ritmo st. sono in terapia con plaunac10 e isoptin 120x2 da un paio di giorni soffro di vampate di calore soprattutto sul viso e orecchie e mi sento molto agitato da cosa può dipendere grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Beh direi che la terapia in atto non vada per niente bene.
Ne parli con il suo cardiologo anche per la opportunita di inserire in terapia un anticoagulante orale come il Coumadin, dato che lei è a rischio embolico
Non avendo altri dati a disposizione ( precedenti episodi di f.a., ecografia, etc..) non posso essere piu preciso
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
gent. dott. mi scuso se rispondo in ritardo ma oltre alla terapia che ho descritto mi sono dimenticato di dirle che già da due anni sto prendendo la cardioaspirin . inoltre prendo lucen 40 per ernia iatale da scivolamento e atorvastatina 10mg. ora da quasi un mese soffro pure d'ansia mentre la pressione e i battiti sono nella norma. prima del plaunac e del' isoptin prendevo tenormin 100 1/4 tutte le mattine ma le pulsazioni sono andate a 38 perciò il cardiologo ha cambiato la terapia.queste crisi di ansia da cosa dipendono? GRAZIE
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L' aspirina NON la protegge dalle tromboembolie legate alla fibrillazione atriale.
Le suggerisco pertanto di parlare con il suo Medico per iniziare terapia con anticoagulanti orali.
Le si preoccupa dell'ansia invece che dei problemi importante , tra i quali il rischio tronboembolico.
Arrivederci