Utente 117XXX
Egregio Dottore volevo chiedere un consiglio sull'assunsione di 1/4 di atenol al giorno per un blocco di branca sx.
Il problema, e non me ne vergogno a dirlo, è un problema di erezione non però esageratamente accentuato, il mio cardiologo mi disse che avrei potuto avere di questi inconvenienti ed infatti si stanno verificando.
La mia domanda era se esiste un altro farmaco che non porti a questo tipo di disagio, anche perché avendo ancora 43 anni e una naturale libido.
Mi sento un po imbarazzato a far questo tipo di domanda ma dovevo.
Non so se mi sono rivolto all'esperto giusto oppure mi devo orientare su tutt'altro .
La ringrazio per la sua cordiale disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Bisognerebbe innanzitutto chiarire la reale indicazione per cui le é stata prescritta la terapia con atenololo. Il blocco di branca sinistra,infatti, non rappresenta una patologia che debba di per sè essere trattata farmacologicamente, e tanto meno con un betabloccante. D'altra parte, una disfunzione erettile di grado più o meno severo si può presentare in parecchi pazienti che assumono tali farmaci, e non sempre é possibile trovare alternative con farmaci appartenenti a categorie diverse che risultino altrettanto efficaci. Le consiglio quindi di rivolgersi al suo cardiologo di fiducia, il quale conoscendo dettagliatamente il suo caso specifico potrà aiutarla a risolvere il problema nel migliore dei modi.
Cordiali saluti