Utente 140XXX
Torno a voi con la mia odissea dentaria...un anno fa il dentista mi devitalizzò un premolare superiore sx che fa da pilastro a un ponte di 3 denti ( dente mancante secondo premolare, denti pilastro molare e premolare), poichè ebbi dolore pulsante per due gg. Nel lavorarci però il dente si ruppe, ( anzi il moncone del dente), per cui dopo la devitalizzazione mise un perno moncone. Nel corso di quest'anno ci ho sempre mangiato su, con le dovute attenzioni, e qualche volta mi faceva male per un giorno e poi passava...fino a due gg fa , quando di notte all'improvviso il dente, o quel che ne resta, ha ricominciato a far male, e il dolore continua, sia di giorno che di notte, a volte il dolore è pulsante, ovviamente non riesco a mangiarci su, non passa molto nemmeno con gli antidolorifici . Il medico contattato al tel mi ha prospettato una frattura della radice, dice che anche un anno fa il dente era compromesso, ma toglierlo vuol dire buttare via un ponte che ha solo due anni di vita, che mi è costato parecchio, e sostituirlo con altrettanto dolore e spesa. Inoltre la rottura del dente in questione è avvenuta dopo la procedura del dentista che ha tolto il ponte ormai cementato definitivamente con una manovra per cosi dire molto violenta. Probabilmente il moncone era già debole ( un'altra dentista che mi aveva vista precedentemente disse che l'aveva limato un pò troppo secondo lei...), e lamanovra azzardata ha fatto il botto. Se la frattura fosse stata provocata già un anno fa, il dente avrebbe taciuto per cosi tanto tempo? Potrebbe essere un'altra la causa? Se andassi da un altro dentista e gli chiedessi di riprovare una terapia canalare perderei solo tempo?
Non mi fido piu molto dell'attuale dentista che , secondo me, ha sempre lavorato con approssimazione....
Posso sapere se qualche medico dentista che scrive qui, ha uno studio a Verona dove io mi posso recare?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
di solito una frattura radicolare si manifesta con dolore solo alla masticazione o percussione: il dolore descritto può essere piuttosto indicativo di un ascesso alveolare in fieri.
E' necessaria un rx endorale per escludere la presenza di una lesione periapicale: in caso di lesione periapicale cioè granuloma, è indicato ripetere la terapia, sempre che sia possibile rimuovere il perno-moncone, senza distruggere ulteriormente la radice residua.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
grazie dott Palomba, intanto il medico mi ha prescritto Velamox 1 g per due volte al giorno per 7 gg, poi mi vuole vedere...
Sono più sollevata dall'idea che può anche non essere una frattura...mi sottoporrò alla rx endorale quanto prima.,.da un altro dentista ovviamente..
[#3] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Dott Palomba, aveva ragione lei, dalla lastrina endorale risulta un piccolo granuloma sopra la radice del dente; il dentista però....dice che non si può ritentare la devitalizzazione essendoci un dente con perno moncone prima già devitalizzato, e mi ha proposto l'estrazione..proprio quello che volevo evitare..e un ponte a 4 denti...
Io sono un pò dubbiosa, perchè il granuloma è davvero piccolo, tanto è vero che il dentista mi ha detto che, se non mi fa più male, posso tranquillamente aspettare , tenendolo controllato ogni 6 mesi; leggendo su internet però ho letto della possibilità di effettuare una devitalizzazione con una piccola incisione sulla gengiva, non so come si definisce tale operazione...per evitare di togliere il dente e vorrei tentare..A quale specialista dentista mi devo rivolgere? Perchè si preferisce togliere il dente ( al di là del ritorno economico) piuttosto di provare a curare il granuloma?Sarò testona, ma davvero vorrei tentare di salvare il mio dente e il ponte...che non ha nemmeno due anni di vita.
Grazie