Utente 492XXX
buongiorno,mia moglie di 41 anni è stata operata al polso destro per esame istologico a seguito di gonfiore e inutilizzo del polso , dall'esame istologico è emerso quanto segue: Sierologia negativa;indici di flogosi nei limiti;istologia compatibile con AR(in assenza di necrosi fibrinoide con massivo infiltrato linfomonocitario,plasmacellulare e neutrofilo). dopo circa 9-10 mesi di reumaflex 10 la situazione del polso si è abbastanza stabilizzata pur rimanendo ridotta la rotazione ed il dolore cessava solamente utilizzandolo il meno possibile .A dicembre 2012 il reumatologo sospendeva il reumaflex ,verso febbraio 2013 cominciava il dolore al pollice destro con gonfiore diffuso e difficoltà nei movimenti ma soprattutto dolore diffuso anche a riposo,veniva eseguita una tac in dat 26-04-13 con il seguente referto: Si conferma la presenza di un diffuso addensamento strutturale che interessa il trapezio,che mostra margini irregolari in parte per la presenza,sui versanti articolari,di sottili erosioni a margini piuttosto netti e definiti,e di reazioni periostali piuttosto omogeneee,inglobate.Alterazioni erosive con caratteristiche non attuali,con margini netti e lievemente sclerotici,sono apprezzabili anche a livello del trapezoide,dello scafoide e delle basi del primo e secondo osso metatarsale,ove si evidenzia inoltre la presenza di alterazioni geodiche.I rilievi descritti a carico del trapezio non sono di univoca interpretazione.Esse potrebbero essere in relazione ad un quadro di tipo degenerativo ,secondario ad artrite.Non è possibile del tutto escludere ,tuttavia la possibilità di un osteite,senza carattere di attualità,anche in questo caso in esiti di processo artritico(psoriasico?)
Dopo la tac il reumatologo ci ha rifatto prendere il reumaflex sino alla settimana scorsa ma con nessun miglioramento visibile ,ora , dopo una visita ha ipotizzato che potrebbe trattarsi di oteoma osteoide e ci ha prescritto una risonanza che andremo a fare , purtroppo solo tra un mese.Gli esami del sangue sono regolari a parte la VES che è a 16.
Quello che volevo chiedere a questo punto cosa possiamo aspettarci? potrebbe essere un tumore delle ossa?non le nascondo che sono molto preoccupato.
Vi ringrazio dell'attenzione
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

di norma l'osteoma osteoide ha una singola localizzazione, mentre nel caso di sua moglie ci sono localizzazioni multiple, in sedi diverse.

Inoltre, l'aspetto radiologico dell'osteoma osteoide è tipico e difficilmente può essere confuso con altre lesioni: contorni netti, aspetto rotondeggiante, segno del "bersaglio" centrale, cioè un'immagine di maggiore densità al centro della lesione.

Con questo, non si può escludere che ci siano due problemi differenti associati.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 492XXX

Iscritto dal 2007
buongiorno , la ringrazio prima di tutto della risposta , ho dimenticato di inserire l'esito di risonanza eseguita in data 05-10-2012:
Conservati i rapporti articolari radio ulnari distali,radio carpici ed intercarpici in presenza di discreto diffuso versamento articolare.Usura del rivestimento condrale con diffusa alterazione di segnale da edema del trapezio e della supeficie affrontata del trapezoide;discreto versamento articolare a livello dell'articolazione trapezio-metacarpale.
Disomogeneità di segnale della fibrocartilagine triangolare con verosimile lesione in prossimità dell'inserzione radiale.
Regolari i tendini flessori ed estensori delle dita e del carpo in assenza di significative falde fluida peritendinee.
Le chiedo gentilmente se mi conviene a questo punto aspettare più di un mese per una ulteriore risonanza o se mi devo rivolgere a qualche altro specialista .
Con due problemi differenti associati cosa si intende ?
Può essere qualcosa di grave?
Mia moglie è terrorizzata e pensa di avere un tumore alle ossa e non so a questo punto cosa fare.
La ringrazio del tempo che mi vorrà dedicare e la saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Sembrerebbe piuttosto una forma artritica.

Sentirei il parere di un reumatologo.