Utente 186XXX
mia madre è diabetica da molti anni; la sera faceva la lantus come terapia insulinica, dopo aver subito un carcinoma al colon il diabetologo gliel'ha sostituita con la levemir in quanto secondo una disposizione non gli può essere più prescritta (la lantus). è vero???? (mia madre si trovava molto bene con la lantus). grazie, distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Rocco Vita
28% attività
0% attualità
16% socialità
SAN GIORGIO A CREMANO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentilissima signora,
quando si diffuse la notizia che l’insulina Lantus avrebbe potuto determinare il cancro, molti diabetici vollero cambiare subito il tipo di insulina. Ciò accadeva alcuni anni fa, anche se arrivò subito la smentita. Sul D-journal 199/2009 furono pubblicati i commenti più importanti relativi a questa situazione.

Ancora oggi è molto grande l’interesse per questo argomento ed i pazienti continuano a chiedere se c’è una relazione tra il diabete e le malattie neoplastiche. In realtà numerosi studi epidemiologici hanno mostrato che alcune forme di cancro si presentano in misura del 30% più frequentemente nei diabetici di tipo 2, rispetto alle persone che non hanno disturbi del metabolismo del glucosio. Questo dato riguarda soprattutto il tumore al seno, al pancreas, alla vescica e al colon. Una delle teorie possibili per spiegare queste osservazioni fu correlata alla glicemia elevata (iperglicemia). Un'altra fu la cosiddetta iperinsulinemia da insulino-resistenza, quest’ultima quasi sempre associata al sovrappeso della persona che ne è colpita. Pertanto il “fattore di rischio” potrebbe anche essere l’adiposità e non necessariamente il diabete che è comunque ad essa correlato.
A riguardo, l’insulina basale Lantus è stata esaminata minuziosamente ed, in confronto all’insulina umana, non è stato fondamentalmente riscontrato alcun maggior rischio di cancro. Solamente con un metodo statistico non autorizzato, è stato notato - ma solo in caso di dosi elevate – una relazione tra l’uso della Lantus ed il rischio di cancro. Le dosi elevate di insulina però vengono utilizzate solo dai diabetici adiposi in sovrappeso. E l’adiposità è di per sé un noto fattore di rischio per determinate malattie cancerogene.

Per concludere, anche se non strettamente necessario, ritengo giustificato il ricorso alla Levemir effettuata dal suo diabetologo. Tenga presente però che per controllare i livelli di glucosio nel sangue in modo analogo all’insulina Lantus, la Levemir deve essere associata a farmaci antidiabetici somministrati per via orale. Generalmente viene utilizzata in combinazione con altre iniezioni di un'insulina ad azione breve o rapida durante i pasti.
La saluto cordialmente.