Utente 454XXX
buongiorno mio marito di 52 anni e in cura per una ipertrofia prostatica benigna,da circa 2 anni assume la sera una compressa di silodix da 8mg,con diversi effetti non piacevoli per i rapporti,ha provato ad interrompere la cura ma con conseguenze serie in quanto non riesce ad urinare,cosa mi consigliate grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,la retroeiaculazione legata all'assunzione della silodosina,è um effetto collaterale abbastanza frequente ma non sufficiente a giustificare un autonomo allontanamento dalla terapia,considerando la sintomatologia urinaria.Esponga il problema alllo specialista di riferimento,evitando iniziative personali.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 454XXX

Iscritto dal 2007
dott.izzo buongiorno la ringrazio x il precedente consulto ma impegni familiari man tenuta occupata,la situazione e peggiorata ha eseguito un uroflussometria con il seguente referto,tracciato flussometrico allungato con grave riduzione dei parametri di flusso,eseguiti in data 18 ottobre 2013,ha eseguito di recente il psa col seguente risultato antigene prostatico psa 2.96 antigene prostatico specifico libero 0.40 rapporto psa libero/psa 17.6 .ha problemi nei rapporti e spesso non si conclude oltre ad un dolore frequente al testicolo sx.mio suocero era affetto da tumore prostatico oltre ai componenti della stessa famiglia,2 sorelle una al seno e l altra allo stomaco,mia suocera alla vescica e la sorella di quest ultima all 'utero,mi devo preoccupare?la ringrazio anticipatamente