Utente 311XXX
Buongiorno dottori,
vi espongo un mio problema con il mio ragazzo, siamo una coppia felicemente fidanzata che è appena andata a convivere tra noi va tutto bene ma un pò meno la sfera sessuale.
Il mio ragazzo che ha 27 anni, fa fatica a mantenere l'erezione e di conseguenza ad arrivare all'orgasmo, il rapporto di solito finisce dopo pochi minuti o perchè lui è stanco o perchè a perso l'erezione. All'inizio del nostro rapporto le cose andavano abbastanza bene sessualmente, dopo ha iniziato un lavoro stressante e sono iniziati i problemi, ora però ha cambiato lavoro ed è più tranquillo ma le cose non sono cambiate. All'inizio ero io ad addossarmi le colpe e pensare di non essere abbastanza attraente, ma ora credo che il problema non sono io.. Da quando siamo andati a vivere assieme le cose sono peggiorate e io stessa ho perso un pò la voglia di farlo perchè sento che è frustante anche per me vederlo che non riesce ad arrivare all'orgasmo.. Io ho provato a parlarne ma lui non vuole sapere, non lo vede come un problema.. ma mi dice solo che è stanco ecc..
Devo aggiungere che se si masturba, soprattutto guardando un porno, riesce a raggiungere l'orgasmo ed è capitato che a volte mentre facevamo sesso gli concedessi di vedere un porno e lui ha raggiunto tranquillamente l'orgasmo. Ora che siamo andati a convivere, ovviamente non si masturba più, quindi magari io penso che uno dovrebbe sentire ancora di più l'esigenza di fare l'amore ma invece niente e sinceramente le cose sono ancora più peggiorate..
Se può essere utile aggiungo che è stato circonciso da piccolo.
Io non so come comportarmi, anche perchè un giorno mi piacerebbe avere un bambino e non so come possa accadere con questi presupposti.

Grazie.

E.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Evidentemente si tratta di una problematica psicorelazionale ovvero le cause del disturbo non sono di natura organica ma legate ad una sessualità in cui l'immaginario sessuale e la fantasia giocano un ruolo molto importante. A lei il compito di suonare le corde giuste. In ogni caso potrebbe essere utile una consultazione psicosessuologica