Utente 301XXX
Salve,
volevo chiederle un consulto. Lo scorso sabato ho ricevuto un morso sulla mano e parecchi graffi sul bracci. Ovviamente mi sono recata al pronto soccorso dove mi hanno prescritto una terapia antibiotica per 5gg e l'uso di gentalyn beta sulla zona. Ieri la mano era molto gonfia per cui sono tornata al pronto soccorso in quanto pensavo che si fosse infettata. I medici mi hanno detto che devo muoverla perché è presente un edema nella zona. Mi sa dire più o meno in quanto la situazione si risolverà e se posso fare dei piccoli esercizi di riabilitazione della mano? In più le volevo chiedere, è bene che la mano stia anche senza fasciatura oppure è meglio medicarla e fasciarla e tenerla coperta più tempo possibile?
La ringrazio anticipatamente.
Cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

deve fare i movimenti di flesso-estensione delle dita e tenere il braccio a livello del petto (non verso il basso).

Continui la terapia antibiotica e antiinfiammatoria fino alla completa scomparsa del dolore e dell'edema.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per l'immediata risposta.

Buon pomeriggio a lei.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#4] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2013
Stasera ho medicato la ferita ed ho notato che la mano è molto più sgonfia rispetto a ieri. Le volevo inoltre chiedere se è normale la fuoriuscita di pus dalle ferite in particolare da una che sembra essere quella più evidente.

Cordialità.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Siamo sicuri che sia pus e non siero ?

In ogni caso, se di pus si tratta, è certamente meglio che fuoriesca e non che resti all'interno dei tessuti.