Utente 312XXX
Buongiorno a tutti.
Ho 28 anni, sesso maschile e da 6 giorni avverto un forte bruciore durante la minzione.
Il dolore è circoscritto alla parte finale del pene (punta) e non ho mal di stomaco, addome, reni ne altre alterazioni.
Ho assunto il secondo giorno di dolore il monuril senza nessun effetto. Il medico mi ha consigliato di assumere ciproxin 500 due volte al giorno. Ad oggi, dopo 4 giorni di antibiotico, ancora non ho avuto alcun miglioramento. Il bruciore è lo stesso se non più intenso. Premetto che non ho la sensazione di non svuotare la vescica anche se vado al bagno più spesso (ma perchè sto bevendo più di due litri di acqua al giorno).
E' normale? Sarà cistite?
Contemporaneamente sono anche affetto da una congiuntivite (il tutto per un bagno in piscina) e sto assumendo un collirio a base di cortisone e antibiotico (betabioptal). E' possibile che un farmaco annulli l'effetto di un altro?.
Grazie in anticipo.


.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
raramente esiste la cistite nel maschio, il più delle volte trattasi di uretrite o di prostatite. La ciprofloxacina che sta prendendo può essere indicata in entrambi i casi, ma vista la recrudescenza dei sintomi, è indicata una diagnosi edc una terapia pi9ù spedcifica che di qua non si fa. Senta uno specialista dal vivo.
[#2] dopo  
Utente 312XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille dott. Cavallini,

Ho effettuato questa mattina l'esame delle urine e l'antibiogramma. Il medico mi ha consigliato di farlo comunque anche avendo assunto contemporaneamente l'antibiotico (speriamo che i dati non siano sballati).
Si in effetti non ho febbre, mal di reni, secrezioni o perdite... solamente bruciore al momento della minzione!
Solitamente la cura antibiotica per quanti giorni deve protrarsi? Io sono al 4!
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Antibiogramma non viene niente di buono con terapia in atto. le ho già detto che perdurando i sintomi ha necessità mdi diagnosi di natura del problema, non di sparare nel mucchio come sta facendo ora.