Utente 173XXX
Gentili medici. Ho 25 anni e da un anno almeno soffro di problemi con l'erezione (problema che sembra peggiorare col tempo).

Sono andato dal mio medico di base il quale mi ha fatto fare le analisi ormonali e l'ecodoppler e sembra che i valori siano ok.

Quindi mi ha consigliato di farmi visitare da un andrologo. Tuttavia l'andrologo dal quale sono andato mi ha fatto alcune domande sul mio problema, mi ha misurato la pressione, controllato il battito e la respirazione, e alla fine ha detto che potrebbe essere un problema psicologico e mi ha detto di prendere il cialis.

A questo punto mi chiedo (tralasciando il fatto che non mi ha fatto una ricevuta) è cosi che si fa una visita di un paziente che soffre di disfunzione erettile? Secondo voi avrebbe potuto fare altri tipi di controlli?
Per favore gradirei una vostra opinione visto che mi sento un po preso in giro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
la normalità del referto doppler e degli esami ormonali insieme al riscontro della sua giovane età , fanno pensare ad una impotenza psicogena.
In tal caso , a mio avviso, necessita di una collaborazione tra urologo e psicologo.
Nessun commento invece per quanto riferito sulla visita eseguita che Lei riferisce insoddisfacente.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
data la sua giovane età bisogna adoperarsi in ogni modo perchè tutto ritorni nella norma.
Faccia la terapia prescritta dal collega e se la situazione non dovesse malauguratamente risolversi sarà necessario effettuare altre indagini diagnostiche per meglio caratterizzare il suo disturbo ed eventualmente prendere in considerazioe altre soluzioni terapeutiche.
Ci tenga informati.
Cordiali saluti