Utente 207XXX
Buongiorno, ho 34 anni. Nel 2009, ho eseguito un ecocardiogramma, che riscontrava una insufficienza aortica lieve. Da allora, eseguo ogni anno un eco di controllo ed una prova da sforzo con test massimale.
Il referto dell'eco del 2009 è il seguente: "Valvola aortica tricuspide con ipoplasia delle cuspidi coronariche destra e sinistra con accenno a rafe e maggiormente sviluppata la cuspide non coronarica, determinante insufficienza di grado lieve. Ectasia dell'aorta ascendente 39 mm. Ventricolo sinistro normale per diametri cavitari, spessore parietale e cinesi segmentaria, funzione globale contrattile conservata (FE 60%). Cavità destre di normali dimensioni e normocinetiche. Valvola tricuspide e semilunari polmonare senza alterazioni morfologiche di rilievo. Al Doppler minimo rigurgito tricuspidalico. Rapporto E/A invertito. Non segni ecocardiografici di versamento periocardico in atto".
Tutti gli eco degli anni successivi sono "sovrapponibili" a quello del 2009, per cui, non li allego.
Il cardiologo, per mero scrupolo, mi ha fatto effettuare quest'anno anche un eco transesofageo. Questo il referto: "Valvola aortica funzionalmente bicuspide con ipoplasia delle cuspidi coronariche destra e sinistra in parte fuse da rafe, maggiormente sviluppata la cuspide non coronarica, determinante insufficienza di grado lieve. Ectasia dell'aorta ascendente (39 mm)".
Tutte le prove da sforzo che eseguo ogni anno, l'ultima qualche mese fa, sono perfettamente normali.
Da un paio di mesi, avverto un piccolo sfarfallio al cuore, ragione per cui il cardiologo mi ha fatto eseguire l'Holter 24 h, che ha riscontrato circa 55 extrasistole, che non erano state riscontrate nella prova da sforzo di qualche mese fa. Questo il referto:
"Ritmo sinusale a fc media di 57 bpm (fc max 99 e min 39). Si registrano rarissimi BESV (<100), isolati ed 11 coppie. Assenti pause sinusali e/o alterazioni significative del tratto ST-T rispetto al tracciato di base".
Il cardiologo ritiene che le extrasistole siano trascurabili, anzi mi ha rassicurato dicendomi che sono un reperto comune. Ritiene che la causa sia imputabile alla Esofagite, di cui soffro da anni, o ad un problema di ansia (devo dire che, da quando mi ha rassicurato, le avverto di meno).
Le domande che rivolgo sono:
1. Devo ripetere l'Holter tra qualche tempo o posso effettivamente trascurare le extrasistole, rimandando al controllo dell'eco e della prova da sforzo, programmati tra circa 8 mesi?
2. Per la mia patologia, sia il cardiologo che il medico dello sport, mi hanno consigliato solo di evitare sport, quali il sollevamento pesi o quelli che costringono il cuore a pompare all'improvviso. Infatti, mi limito ad una corsetta di 50 min., 2-3 volte a sett., non superando i 150-160 bmp o, in alternativa, 1 partita a pallone amatoriale. E' corretto?
3. L'urologo mi ha prescritto l'uso del Cialis 10 mg, all'occorrenza. Lui ritiene che non ci siano controindicazioni per la mia patologia cardiaca. E' corretto? Grazie


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile Utente
direi che lei è ben seguito. La sua aorta è effettivamente bicuspide (anche se solo funzionalmente) e tutto quello che le è stato finora consigliato e fatto è corretto. Vanno evitati stress-psicofici che possano aumentare in maniera importante la pressione arteriosa. Per le extrasistoli sono sopraventricolari e non correlabili al problema aortico.Non è necessario ripetere Holter frequentemente e può tranquillizzarsi.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio Dottore per la celere e cortese risposta.
L'unica cosa che non ho mai ben compreso, è che cosa devo evitare in particolare. Lei parla di "stress psico-fisici". Cosa intende?
Io mi limito, lo ripeto, ad una corsetta a basso ritmo - 140-160 bpm, uso il cardiofrequenzimentro apposta - di 50 min massimo, 2-3 volte a sett.
In alternativa ad 1 giorno di corsa, faccio una partita a pallone, a livello amatoriale, senza particolari sforzi.
Per il resto, conduco una vita normale.
Per quanto riguarda l'uso del Cialis, lei ritiene non ci siano controindicazioni per la mia patologia? La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il Cialis non dovrebbe darle problemi diretti, ma comunque non dimentichi il problema di evitare picchi ipertensivi....questo vale per la vita sessuale come per quelle attività sportive particolarmente impegnative...La corsetta che fà può continuare a farla....per le extrasistoli intendevo farle comprendere che non sono pericolose e che conviene imparare a conviverci...
Saluti