Utente 695XXX
Premessa. Durante una visita chirurgica per determinare la natura di due piccole escrescenze sul cuoio capelluto (grandi come un pisello o meno), ho avuto un pessimo esempio di rapporto medico-paziente, in quanto le uniche parole pronunciate dal medico sono state: salve. mi dica dove sono. prenda appuntamento per il day surgery. arrivederci.
Ero allibita da un simile comportamento, non mi è stato detto se erano sebacee o meno, per non parlare del modo di fare, non sono stata informata di nulla e trattata con estrema freddezza. Ho chiesto poi: quanto dura l'intervento? Risposta: un po'. (!!!!!)
Me ne sono andata trattenendo male parole, in questi casi non si ha mai la prontezza di dire primo: sa che io la pago? e secondo: sa che chi ha scelto il suo mestiere deve necessariamente essere predisposto ai rapporti interpersonali?
Chiusa questa parentesi poco "medica".

Dato che non ho più osato chiedere in che cosa consisteva l'intervento perchè l'avrei sicuramente irritato, chiedo ora a un vero medico (perchè lui a mio avviso lo era per metà) di spiegarmi gentilmente che cosa accadrà, io non sono mai stata in ospedale, non mi ammalo mai, odio assumere farmaci se non quando veramente necessario e conseguentemente ho un rapporto di paura con tutto ciò che riguarda l'argomento.
Ho letto in rete che si parla di rasatura dei capelli, di anestesia locale, ma altri addirittura con sedazione generale! Non è chiaro quanto duri, se dovrò affrontare aghi, tubi o cosa, che tecnica si usa, se si danno punti, se fa male dopo, se dovrò tenere un cerottone in bella vista sulla mia testa ecc. e se avrò un enorme "buco" di capelli.
Probabilmente per la maggioranza di voi è assurdo che una persona sia in ansia per un'operazione così semplice, ma io lo sono. Forse sarò ridicola e anche forse un insulto a persone che avrebbero davvero ragione di preoccuparsi, tuttavia credo che l'informazione del paziente sia fondamentale se lui lo desidera, non sapere che cosa aspettarsi è causa di panico e non sempre questo viene capito.
Scusate il papiro...
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ha perfettamente ragione, ma forse ha scatenato una tempesta in un bicchiere d'acqua, perchè per fortuna trattandosi probabilmente di un intervento in anestesia locale per l'asportazioni di cisti sebacee andrà incontro ad un disagio tollerabile.
Anche il problema della rasatura riguarda una parte minima di cuoio capelluto a differenza delle ampie deforestazioni che si facevano in passato.

Superfluo aggiungere......di CAMBIARE CHIRURGO immediatamente !!!!
Quello che descrive non si è neanche reso conto che avrebbe "perso" lo stesso tempo se avesse tenuto un atteggiamento empatico e rispettoso delle sue paure e aspettative, anche se si tratta di patologia "banale".

Le allego
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35411
se ha tempo di leggerlo.
Non c'è nel rapporto medico-paziente alcuna differenza tra patologia importante e "piccola".
[#2] dopo  
Utente 695XXX

Iscritto dal 2008
Grazie, comunque non posso scegliere il chirurgo credo. Io ho prenotato all'ospedale e basta.
C'è qualcuno che può darmi dettagli sull'intervento? Sarò sdraiata? Con flebo? La posso rifiutare nel caso se mi fa stare più male che bene?
Insomma sto ingigantendo la cosa evidentemente, ma finchè nessuno mi spiega che cosa devo aspettarmi nel dettaglio continuerò a farmi paranoie...
Scusate la mia eccessiva ansia, ma come già detto non ho mai avuto a che fare con queste cose, non sono mai stata in ospedale a parte alla nascita e non mi ammalo mai, quindi non possiedo un metro di giudizio. Per me gli esami del sangue sono un incubo, se non mi sdraio svengo e in generale non sopporto le "mani addosso", quindi potete immaginare...
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Perchè non può cambiare chirurgo ?
Cambi Ospedale, abita a Lecco non a Linosa !
Non possiamo conoscere le abitudini del chirurgo, ma sicuramente
sarà sdraiata. Altri dettagli li deve chiedere...e pretendere alla istituzione presso la quale è in cura.